histats.com

Leggi sanitarie: ecco quelle più importanti!

Leggi sanitarie: ecco quelle più importanti!

Leggi sanitarie: un panorama complesso. Quali sono quelle più importanti?

La legislazione in ambito sanitario si spiega dinanzi a noi in una scenografia ricca e complessa. In seguito vengono riportate alcune delle leggi cardine dello scenario sanitario.

Già nell’Articolo 32 della Costituzione Italiana la salute viene definita come un diritto fondamentale dell’individuo e come un interesse della collettività. La Repubblica italiana si impone l’obbligo di tutelare la salute e garantire le cure gratuite, senza però obbligare a determinati trattamenti sanitari se non per disposizione di legge, sempre rispettando i limiti del rispetto per la persona umana.

LEGGE 833 / 1978.

Nasce il nuovo SSN: tramite il Servizio Sanitario Nazionale la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività.

In seguito tale legge venne modificata con il D.Lgs. 502 / 1992 e il D.Lgs 517/1993 che a loro volta vennero ripresi ed aggiornati nel D.Lgs 229/1999.

L 341/1990: furono istituite 4 livelli universitari, corrispondenti ai diplomi universitari, di laurea, specializzazione e dottorato di ricerca. Nel biennio 1991-1993 si costituì il diploma di scienze infermieristiche, successivamente conosciuto come diploma universitario per infermieri.

D.lgs 502/1992 integrato in seguito dal D.lgs 229/1999, avevano istituito l’obbligo della formazione continua per i professionisti della sanità. Solo nell’anno 2002 si avviò attraverso il programma ECM.

D.M. 739/1994: nasce il profilo professionale dell’infermiere, dotato di responsabilità nel processo infermieristico ed autonomia decisionale.

Si riconosce nella professione infermieristica l’assistenza di tipo preventiva, curativa, riabilitativa e palliativa. Tale figura identifica i bisogni di assistenza infermieristica e ne formula obiettivi da raggiungere ed interventi infermieristici da attuare.

LEGGE 42/1999: determina il passaggio della figura professionale dell’infermiere da “Professione ausiliaria” a “Professione sanitaria” ed abrogazione del DPR. 225/74 ad eccezione del titolo V (relativo alle mansioni dell’infermiere generico).

D.Lgs 509/ 1999: modificato successivamente dal D.M. 270/ 2004, struttura la formazione universitaria come ad oggi conosciuta.

LEGGE 251/2000: Venne riconosciuta l’autonomia professionale, utilizzando specifici codici deontologici ed metodologie di pianificazione per obiettivi dell’assistenza.

Accorso Stato Regioni del 22 febbraio 2001. Il Profilo dell’OSS.

Viene creato il Profilo OSS e rimandato all’ente Regione l’istituzione di scuole di formazione

Decreto del ministro dell’università e della ricerca il 2 aprile 2001: il diploma universitario cessò di esistere a favore della laurea triennale in scienze infermieristiche, in tale occasione vennero delineate anche le competenze.

Con la Legge 24 dicembre 2007, n. 244, la gestione amministrativa del programma ECM ed il supporto alla Commissione Nazionale per la Formazione Continua, divenne una competenza dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas).

Nella Legge 8 marzo 2017 n.2:,conosciuta anche come legge Gelli, vengono definiti i seguenti concetti:

  • la sicurezza delle cure e della persona assistita
  • la responsabilità professionale
  • l’obbligo di copertura assicurativa per ogni professionista secondo le nuove normative riguardo alla colpa grave
  • l’istituzione di un centro per la gestione del rischio sanitario e la sicurezza del paziente in ogni regione
  • L’istituzione dell’osservatorio nazionale delle buone pratiche sulla sicurezza in sanità
  • l’obbligo di trasparenza a carico delle strutture sanitarie
  • la ridefinizione della responsabilità civile e penale

Decreto del presidente del consiglio dei ministri 12 gennaio 2017.

Sostituisce integralmente il DPCM 29 novembre 2001, con cui i LEA erano stati definiti per la prima volta. In esso vengono definiti ed aggiornati i livelli essenziali di assistenza, di cui all’articolo 1, comma 7, del D.Lgs 30 dicembre 1992, n. 502.
Il SSN si fa carico della prevenzione collettiva e della sanità pubblica, dell’assistenza distrettuale e dell’assistenza ospedaliera.

Con la Legge 3 del 2018 (conosciuta come legge Lorenzin) si ha la decadenza dei collegi IPASVI, la cui nascita risale al 1954 con la Legge 1049 del 20 ottobre, dando vita alla federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche FNOPI.

Per maggiori informazioni o chiarimenti si rimanda ai testi integrali.

Dott.ssa Lorisa Katra

Infermiera AUSL Modena, Ex studente AOU Careggi, Social Media Manager di AssoCareNews.it. Forte sostenitrice della relazione e della comunicazione. Curiosità, gentilezza e passione per il cambiamento sono miei punti cardine. Quando svesto la casacca non esiste dolce che non possa preparare.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394