histats.com

Decreto Balduzzi: cosa dice la Legge 189/2012?

Decreto Balduzzi: cosa dice la Legge 189/2012?

Decreto Balduzzi: la norma convertita e promulgata nel 2012 non riguarda soltanto l’obbligo al DAE negli impianti sportivi. Intramoenia, medicina difensiva, assistenza territoriale e molto altro!

Decreto Balduzzi. Tra le leggi sanitarie più importanti tra quelle entrate in vigore negli ultimi anni, è passata alla cronaca per l’introduzione dei defibrillatori semi automatici obbligatori presso gli impianti sportivi.

Ma introduce anche molti altri punti. Emesso come Decreto 158/2012 è stato convertito in Legge a novembre dello stesso anno, diventando la Legge 189/2012.

Ecco un riassunto dei principali punti contenuti nella legge:

  • assistenza sanitaria territoriale: riguarda la riorganizzazione delle cure primarie e la loro “deospedalizzazione”, integrazione monoprofessionale e multiprofessionale dei medici, i pediatri di libera scelta, gli specialisti ambulatoriali, sviluppo dell’ICT quale strumento irrinunciabile per l’aggregazione funzionale e per l’integrazione delle cure territoriali e ospedaliere.
  • intra moenia: prevede la possibilità per i medici delle aziende sanitarie di operare negli studi privati.
  • medicina difensiva: si regola la responsabilità professionale di chi esercita professioni sanitarie per contenere il fenomeno della cosiddetta medicina difensiva che determina la prescrizione di esami diagnostici inappropriati al solo scopo di evitare responsabilità civili, con gravi conseguenze sia sulla salute dei cittadini, sia sull’aumento delle liste di attesa e dei costi a carico delle aziende sanitarie.
  • trasparenza sulla scelta dei direttori generali e dei primari: vengono introdotti rigidi criteri di selettività dei direttori generali delle aziende sanitarie che dovranno essere nominati dalle Regioni attingendo da un elenco regionale di idonei. Per i primari viene istituita una procedura selettiva affidata a primari della stessa disciplina, ma non della stessa Asl, sorteggiati a livello nazionale. Ogni direttore generale dovrà scegliere il primario necessariamente entro la rosa dei primi tre candidati.
  • nuovi LEA: si aggiornano i LEA tenendo conto anche di nuove patologie emergenti con riferimento prioritario alla malattie croniche, alle malattie rare e al fenomeno della ludopatia.
  • limitazioni vendita tabacchi: viene innalzata da 16 a 18 anni l’età minima per la vendita di tabacchi e prodotti per il fumo. Sono applicati sanzioni per gli esercenti da 500 a 2000 euro con la sospensione della licenza per tre mesi in caso di violazione e di recidiva. I distributori automatici di tali prodotti dovranno possedere un sistema automatico di accertamento dell’età degli acquirenti.
  • certificati per attività sportiva amatoriale: sono predisposte linee guida per idonee certificazioni mediche e l’effettuazione di controlli sanitari sui praticanti e per la dotazione, nonché l’impiego, da parte di società sportive professionistiche e dilettantistiche di defibrillatori semi-automatici e di altri eventuali dispositivi salvavita.
  • ludopatie: limitazione pubblicità dei giochi con vincite in denaro; obbligo di esplicitare le probabilità di vincita e il rischio di dipendenza dal gioco; vietare l’accesso dei minori alle sale ovvero alle aree destinate al gioco; effettuare controlli mirati per verificare il rispetto di norme a tutela dei minori; regolamentazione della presenza dei punti di raccolta del gioco.
  • sicurezza alimentare e sanità veterinaria: introduzione di obblighi e divieti relativamente al rischio di consumo di alcuni alimenti, quali latte crudo e pesce crudo. Contrasto alle malattie infettive e diffusive del bestiame.
  • farmaci: riguarda la disponibilità dei farmaci innovativi riconosciuti dall’AIFA nelle strutture sanitarie, l’aggiornamento del Prontuario farmaceutico nazionale e la loro sperimentazione clinica.
  • edilizia ospedaliera: introduzione di norme che regolano il partenariato pubblico-privato in materia di edilizia sanitaria ampliando la possibilità di collaborazione tra investitore privato e azienda sanitaria pubblica.
  • istituto nazionale migrazioni e povertà: riguarda l’accesso alle strutture sanitarie per indigenti e stranieri.

Leggi sanitarie: ecco quali sono le principali.

Fonte: Wikipedia – AssoCareNews.it

Avatar

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: