histats.com

Celiachia: cinque falsi miti da sfatare.

Celiachia: cinque falsi miti da sfatare.

Celiachia: sfatiamo i falsi miti! Tanti italiani sono accomunati dall’intolleranza al glutine ed il numero sembra destinato a crescere!

L’Associazione Italiana Celiachia mette in chiaro del fenomeno attraverso varie iniziative per sensibilizzare la popolazione e fare informazione durante la settimana dedicata alla Celiachia. Dal 2016 non è più ritenuta malattia rara, ma bensì cronica.

La Malattia Celiaca (o Celiachia) è un’infiammazione cronica dell’intestino tenue, scatenata dall’ingestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti. Il glutine è una frazione proteica alcool-solubile di alcuni cereali, quali frumento, orzo e segale. I sintomi sono aspecifici e possono riguardare l’apparato digerente (dimagrimento e diarrea) come no; alcuni soggetti riscontrano oltre alla celiachia altre malattie autoimmuni.

Una variante meno conosciuta di tale patologia è la Dermatite Erpetiforme è una patologia scatenata in soggetti ipersensibili al glutine, che si caratterizza per diffuse lesioni cutanee specifiche e distintive, che regrediscono dopo l’eliminazione del glutine dalla dieta. Pertanto la Celiachia e la Dermatite Erpetiforme sono indotte dall’ingestione del grano e non vanno confuse con le allergie al grano(più rare della Celiachia) che sono derivanti dal contatto epidermico.

La diagnosi è possibile sono attraverso ricerca sierologica e biopsia della mucosa duodenale durante la duodenoscopia, entrambi gli esami vanno effettuati durante una dieta comprendente glutine. Non vi è al momento alcuna terapia per poter evitare i sintomi dell’infiammazione, eccetto una rigorosa dieta aglutinata.

Ecco alcuni falsi miti:

  1. Ingerire il glutine per un celiaco può essere mortale? Falso, reazioni pericolose come lo shock anafilattico sono rarissime e riguardano le allergie al glutine: assai rare rispetto alla Celiachia. Si pensi inoltre che esistono soggetti asintomatici.
  2. Si può guarire dalla Celiachia vero? Falso, assumere una dieta priva di glutine riesce a regredire i sintomi, ma anche minime quantità di glutine a piccole dosi possono tornare a infiammare l’intestino creando danni.
  3. Sei magro perchè sei celiaco! Falso, nessuna evidenza scientifica mostra che assumere una dieta priva di glutine faccia dimagrarire anzi i danni per i non celiaci sono quelli di una malnutrizione se assumono una dieta ferrea aglutinata. I valori nutrizionali dei cibi senza glutine sono equivalenti di quelli contenenti la frazione proteica.
  4. Non potrai uscire fuori a mangiare e nè fare viaggi lontani. Falso, numerose attività commerciali e gastronomiche si sono attrezzate per consentire a tutti coloro che lo desiderano di viaggiare in lungo e in largo. per l’alimentazione fuori casa sono nati numerosi progetti di promozione, come quelli dell’AIC.
  5. Adesso dovrai rinunciare a: pasta, birra e pizza! Falso, è questione di abitudine e di trovare i cibi adatti al proprio palato!
Avatar

Dott.ssa Giulia De Francesco

Infermiera, classe 1994. Vive a Imola e lavora presso l’Istituto di Montecatone - Ospedale di Riabilitazione; ha prestato la sua opera in passato nell'AUSL Romagna. Laurea in infermieristica con Lode presso l'Università di Bologna, I sessione (ottobre 2016). Master in funzioni di coordinamento con Lode presso l'Università di Modena e Reggio Emilia, I sessione (novembre 2018). Una pubblicazione scientifica sulla rivista italiana ANIPIO "Sperimentazione di una check-list per implementare un Bundle per la prevenzione delle batteriemie correlate a Catetere Venoso Centrale" (ottobre 2017). Ama leggere e camminare, non datele un microfono perché improvvisa un karaoke ovunque.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394