Pubblicità

Eugenio, OSS, racconta la propria esperienza estenuante rispetto a come è cambiato il lavoro durante l’epidemia e dice: Il Covid mi sta facendo impazzire!

Lettera di Eugenio Bionaz, OSS di Aosta che ci scrive riguardo a come si sente in questa epidemia, che sembra non finire mai: mi sento impazzire!

“Gentili AssoCareNews.it,

mi congratulo con voi perchè vi leggiamo sempre e create molti spunti di riflessione. Oggi contribuisco con il mio.

Mi chiamo Eugenio e lavoro in casa di cura vicino Aosta, dove sono nato. Per quanto da noi il covid non è nemmeno paragonabile a quello vissuto in lombardia o emilia, anche noi lo sentiamo.

E bello forte lo sentiamo.

Abbiamo un sacco di stress, ce lo leggiamo negli occhi. Se uno tossisce abbiamo meno paura di aprile ma non è che stiam a riderne.

Ci manca a tutti la libertà spensierata di prima dove il lavoro era pur ben lavoro ma meno pesante.

Si rideva anche. Da marzo abbiamo forse riso a luglio.

Ora siamo stanchi morti. Sta tornando. Da noi meno che da altre parti ma non è che ci consola eh.

Mi sento che sto per impazzire a volte. Togli guanti metto gel metti guanti metti gel togli guanti. Non che prima non si facesse ma ora ha un valore più pesante.

Spesso quando esco mi sento triste.

Speriam bene, nel frattempo vi leggo sempre e pure i miei colleghi che saluto.

Eugenio Bionaz“.