histats.com
venerdì, Aprile 5, 2024
HomeIn evidenzaArianna, in Italia costretta a fare l'Infermiera nonostante Laurea Magistrale, Dottorato e...

Arianna, in Italia costretta a fare l’Infermiera nonostante Laurea Magistrale, Dottorato e numerosi Master sanitari.

Pubblicità

Ci scrive Arianna P.: “in Italia costretta a fare l’Infermiera nonostante Laurea Magistrale, Dottorato e numerosi Master sanitari”.

Carissimo Direttore,

mi chiamo Arianna e da circa un anno sono emigrata in Arabia Saudita. Sono una Infermiera e che Infermiera! Nel senso che dopo la triennale ho deciso di continuare gli studi iscrivendomi alla Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche, che ho conseguito in quel di Bologna. Successivamente ho scelto di continuare gli studi perché innamorata della ricerca e dell’insegnamento. Così ho partecipato e vinto un Dottorato di Ricerca, ultimato con il massimo del riconoscimento. Ho poi conseguito due Master di primo livello e uno di secondo livello.

Ero molto speranzosa, credevo nella professione tanto osannata dalla FNOPI e dall’Università, ma poi la realtà: rimarremo sempre dei semplici Infermieri, solo alcuni di noi, spesso per motivi politici, riuscirà a fare carriera e anche se la farà resterà sempre solo e senza poteri reali. Questo vale per le Direzioni di ogni tipo e per l’ambito universitario.

Ovunque gli Infermieri sono intesi come Infermieri o dovrei dire operai. Purtroppo in Italia siamo ancora troppo medico-centrici ed ovunque l’Infermieristica resta una scienza sulla carta, priva di ogni potere contrattuale. Persino i nostri assistiti non ci considerano più di tanto e ci chiamano solo quando non è disponibili il Medico.

Sono afflitta, amareggiata, delusa, stupita, avvilita, umiliata, reietta dall’Italia in cui credevo tantissimo. Oggi in Arabia Saudita, a distanza di un solo anno, ho iniziato a fare carriera e a far valere i miei studi. Mi si sono aperte le porte dell’Università e della Ricerca, quella fatta bene, quella pagata bene. In Italia percepivo poco più di 1000 euro al mese per farmi chiamare Ricercatore. Qui in terra saudita un ricercatore riesce a guadagnare anche 10.000 euro al mese. Non è solo una differenza economica, quanto soprattutto culturale.

Scusatemi per lo sfogo, se potete venite in Arabia e anche se distanti dall’amata Italia iniziate a pensarvi veramente dei Professionisti della Sanità.

Grazie.

Arianna P., Infermiera

PS = Nonostante i miei studi e la mia preparazione ai concorsi per la Dirigenza o la Docenza Universitaria in Italia mi sono piazzata sempre in fondo alla classifica, surclassata quasi sempre dai soliti raccomandati. Purtroppo nel nostro Paese il clientelismo e le raccomandazione sono superiori da sempre alla meritocrazia.

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394