Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Continua la crescita dei contagiati da COVID-19 a San Marco in Lamis, nel foggia. Il numero degli infetti sale a 14. Tutti hanno partecipato alla veglia e/o al funerale di un uomo di 75 anni positivo.

Il sindaco Michele Merla continua a tenere duro e a chiedere alla popolazione di rimanere il casa. La cittadinanza di San Marco in Lamis (FG) risponde positivamente e, nonostante qualche denuncia per alcuni assembramenti, sembra rispondere positivamente all’invito di rimanere in casa e di uscire solo per esigenze di salute o per approvvigionamento viveri. Nonostante questo il numero dei contagiati continua a salire. Ora sono 14.

Tutti si sono infettati durante la veglia e/o il funerale del ragioniere di 75 anni deceduto per COVID-19, di cui si è avuto notizia, purtroppo, solo dopo le esequie. Seguirono polemiche a non finire a la città sammarcherse fu una delle prima ad auto-isolarsi in Puglia.

Ora si spera che le infezioni cessino, mentre il controllo costante dell’ASL e del Comune non cessano. Nella vicina Rignano Garganico, paesino di 2000 abitanti, vi è un solo contagio. Si tratta di un imprenditore agricolo, coetaneo del defunto di San Marco, contagiatosi dopo un viaggio al Nord. Attualmente è ancora ricoverato a Foggia.

Vi terremo informati sulle novità.

Leggi anche:

Coronavirus. Un morto sul Gargano. 70 in quarantena a San Marco in Lamis.

Coronavirus: ecco lo “speciale” di AssoCareNews.it.

DPI Coronavirus: quali sono quelli giusti per proteggere sè e gli altri?