Pubblicità

Auto distrutte, Infermieri e Autisti Soccorritori minacciati di morte: cosa accade nell’AUSL Romagna? Se lo chiede la Uil Fpl: “basta violenza e atti vandalici, si corra ai ripari”.

Le segreterie Uil Fpl della Romagna scendono in campo assieme per denunciare lo stato di degrado e di paura in cui sono costretti a vivere gli operatori sanitari e socio-sanitaria dell’AUSL.

Dopo gli atti vandalici di qualche giorno fa (70 auto distrutte nei parcheggi dell’ospedale di Rimini) e l’aggressione a Infermieri e Autisti Soccorritori dell’AUSL Romagna il sindacato scende in campo per chiedere di fare basta. Il personale sanitario e socio-sanitario ha paura e chiede di lavorare in sicurezza.

Lettera aperta della Uil Fpl a tutti i lavoratori dell’AUSL Romagna.

Il 24 Ottobre 2020 i Dipendenti dell’Ospedale di Rimini, smontando dal turno di notte, hanno avuto “l’amara sorpresa” di vedere le proprie auto, circa settanta, seriamente danneggiate da atti vandalici perpetuati da parte di ignoti.
Tali azioni sono ancor più spregevoli perché attuati nei confronti di Lavoratori che facevano il loro dovere assicurando assistenza ai Cittadini sofferenti in una situazione difficile come questa lunga emergenza Covid.

La UIL FPL esprime solidarietà ai Dipendenti colpiti da questa infausta vicenda e ricorda a tutti che sono anni che, in tutti gli ambiti, chiede un impianto di video sorveglianza nei parcheggi, senza avere riscontro.

Ora gli interlocutori sono differenti e, vista la gravità dell’episodio di vandalismo avvenuto la notte di sabato 23 ottobre nel parcheggio dell’Ospedale di Rimini, la UIL FPL chiede:

  • di predisporre subito presidi di video-sorveglianza nei parcheggi di tutti gli Ospedali della Romagna a tutela della sicurezza dei Lavoratori e dei loro beni;
  • di valutare forme di indennizzo ai Dipendenti che hanno avuto le proprie auto danneggiate, verificando anche se vi è una copertura assicurativa che preveda il risarcimento per danni causati da atti di vandalismo.

L’Azienda tanto ha chiesto ai propri Dipendenti e tanto ha avuto in termini di dedizione alla propria professione, di tempo tolto alla propria vita, di senso di responsabilità, è ora che chi dirige questa Azienda si faccia carico di ogni azione per farsi sentire vicino a chi subisce aggressioni di ogni genere.

Auspicando che queste richieste siano accolte in modo celere porgiamo distinti saluti

Le Segreterie UIL FPL
Cesena – Forlì – Ravenna – Rimini

Leggi anche:

Raid vandalico contro auto di Medici, Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie a Rimini. Distrutti 70 mezzi. Protesta FIALS.

Infermieri e Autisti del 118 aggrediti e minacciati di morte a Rimini. Scigliano (FIALS): “tutta la nostra solidarietà”.

1 COMMENT

Comments are closed.