histats.com
venerdì, Febbraio 23, 2024
HomePrimo PianoCronacaInfermiere si toglie la vita con il Propofol. Parenti ed amici increduli.

Infermiere si toglie la vita con il Propofol. Parenti ed amici increduli.

Pubblicità

Un Infermiere cinquantenne si è ucciso in casa con il Propofol. Da anni chiedeva di cambiare reparto e di essere trasferito dalla Cardiologia, dove non trovava più stimoli.

Non trovava da tempo più stimoli a lavorare in reparto e aveva più volte chiesto di essere trasferito altrove. All’ennesimo rifiuto la probabile depressione e qualche diniego di troppo che ha fatto da agente scatenante. Qualche giorno fa, infatti, ha deciso di farla finita. Si è tolto la vita iniettandosi una quantità enorme di Propofol, seguendo l’esempio di tanti colleghi che in precedenza avevano utilizzato la stretta strategia di morte indotta.

Non aveva mai mostrato finora segni di debolezza o di depressione, ma probabilmente per il suo carattere introverso continuava ad immagazzinare malessere al suo interno, fino all’ennesimo affronto, che lo ha spinto a fare il folle gesto. Nessuno probabilmente lo ha capito e nessuno gli ha mai proposto un supporto psicologico adeguato.

“In passato ci eravamo sentiti più volte per telefono, eravamo diventati amici non tanto durante il breve periodo di lavoro assieme, quanto dopo il mio trasferimento dal Veneto all’Emilia Romagna – spiega Angelo Riky Del Vecchio, Direttore di AssoCareNews.it – spero che l’azienda inizi a capire che qualcosa non va, che occorre pensare di più al benessere psico-fisico dei dipendenti. Il collega da tempo mostrava insofferenza nel lavorare in un ambito professionale che non lo stimolava più. Ma per lui tutte le porte erano state finora sempre chiuse. Da Pugliese ho scelto di andare a lavorare in Veneto in qualità di Infermiere, per fare esperienza, per conoscere una delle sanità più blasonate e invidiate in Italia. Poi la delusione, il salto professionale all’indietro di almeno 20 anni e una denuncia presentata dallo scrivente per Mobbing. E’ stata una esperienza involutiva, da cancellare, assolutamente da non consigliare ad alcun professionista che ha a cuore i suoi assistiti. La denuncia poi è stata ritirata, però solo dopo la concessione di un cambio alla pari con altro collega, che mi ha permesso di tornare nella mia amata Romagna. Oggi la notizia che non mi immaginavo, quel collega che si lamentava con me e mi chiedeva aiuto proprio per quel suo trasferimento sempre negato ora non c’è più. Riposa in pace amico mio e proteggi da lassù tua moglie, i tuoi due figli, i tuoi genitori e tutti i colleghi che si sono trovati nelle tue stesse condizioni”.

Buon viaggio collega!

Cos’è il Propofol?

Il Propofol è un farmaco usato nel campo dell’anestesia. È un agente ipnotico, a breve durata d’azione, che viene somministrato per via endovenosa. Se utilizzato in grandi quantità conduce rapidamente al decesso.

Leggi anche:

Infermiere tenta il suicidio: Azienda nega cambio alla pari. Voleva ricongiungersi con famiglia in Calabria.

Infermiere si toglie la vita con Propofol. Sotto stress per troppi turni doppi e riposi saltati.

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394