Violenza Infermieri, Medici e Operatori sanitari: speciale Sky TG 24

Violenza Infermieri, Medici e Operatori sanitari: speciale Sky TG 24.
Violenza Infermieri, Medici e Operatori sanitari: speciale Sky TG 24.

E’ emergenza in tutta Italia: violenze ormai inaudite

Perseguitati, minacciati, insultati, picchiati e persino in alcuni casi colpiti a morte. Sono Infermieri, Medici e operatori dell’emergenza in Italia. Carnefici pazienti e parenti che si rivolgono ai servizi 118 e quelli del Pronto Soccorso. Se n’è occupato stasera Hashtag24, la trasmissione di approfondimento di Sky TG 24. Ospite della puntata odierna la collega Infermiera Paola Pias, esponente del sindacato Nursind. Le vittime non possono essere lasciate sole, c’è bisogno di un supporto psicologico e di un intervento reale da parte della politica e di chi ci amministra a livello nazionale e regionale.

Ospiti della serata anche Maria Teresa Bellucci, deputato di Fratelli d’Italia, e Marcello Cardona, questore di Milano. 

La mappa delle violenze

La mappa delle violenze presentata dalla trasmissione di Sky fa emergere dei dati importanti:

  1. sono maggiori in Puglia (24%);
  2. seguono la Sicilia (15%), la Sardegna (12%) e la Lombardia (12%).

Ma chi subisce più di altri? Gli Infermieri. L’87,9% di loro lavorano nel Servizio 118, il 12,1% in ambulatorio, pronti soccorso e penitenziari.

 

I più esposti al rischio aggressioni sono i medici e gli infermieri addetti al pronto soccorso, seguiti da coloro che lavorano in corsia, in guardia medica e negli ambulatori. Gli operatori sanitari lanciano l’allarme: spinte, botte, schiaffi, insulti e minacce da parte di malati e parenti sono all’ordine del giorno. “Hashtag24, l’attualità condivisa”, la trasmissione ideata e condotta dal vicedirettore di Sky tg24, Riccardo Bocca, ha deciso di dedicare la terza puntata della stagione a quest’emergenza.

Molto duro l’intervento della collega Pias che ha descritto dati alla mano ciò che succede in tutta Italia: episodi di estrema violenza e acredine che devono assolutamente essere isolati ed eliminati, come si fa per i virus.

Tanti i messaggi pervenuti da casa o attraverso il gruppo Facebook della trasmissione. Tutti vertevano lungo un’unica direzione: gli operatori sanitari vengono lasciati soli a difendersi contro chi è più disperato di loro; non per questo si possono giustificare le violenze e addirittura gli omicidi. Gli Infermieri sono degli stimati professionisti sanitari in tutta Europa tranne che in Italia, come accade per gli Psicologi e per altre figure legate all’assistenza.

Domande e commenti del pubblico anche con le note vocali

Francesca Baraghini ha selezionato in diretta le domande e i commenti del pubblico. I canali attraverso cui intervenire sono questi: Facebook, con il Gruppo Hashtag24, Twitter con l’Hashtag #H24 e Whatsapp (messaggi vocali e testuali) attraverso il numero di telefono 349-6032901. Il tema della puntata è introdotto da un servizio di Francesca Smacchia. Il coordinamento editoriale è a cura di Dario Cirrincione.

La videolettera di Riccardo Bocca

Al termine della puntata, Bocca ha inviato una videolettera a Giulia Grillo. La videolettera della seconda puntata, dedicata all’evoluzione della corruzione e all’impatto di quest’ultima sullo sviluppo della società, è stata inviata al presidente dell’Anac Raffaele Cantone.

Hashtag24, l’attualità condivisa” va in onda ogni venerdì alle 21 in diretta e in replica alle 23 su Sky TG24, canale diretto da Sarah Varetto, sui canali 100 e 500 di Sky, canale 50 del digitale terrestre e anche in streaming su SkyTG24.it.

I temi in primo piano

La prima puntata di questa stagione di Hashtag24, andata in onda il 21 settembre, è stata dedicata all‘emergenza alcolismo tra i giovanissimi. Sono sempre più gli adolescenti che abusano di alcol e il fenomeno del binge drinking, l’assunzione di bevande alcoliche in un breve intervallo di tempo, è largamente diffuso nel nostro Paese. Il 28 settembre, nella seconda puntata, è stato affrontato il tema corruzione per capire qual è l’impatto che ha sullo sviluppo del Paese.

Potrebbe interessarti...