Alfredo Sepe (Fials) minacciato di morte: si vota per Rsu

La polizia indaga e la lettera e i proiettili sono attualmente in questura!
La polizia indaga e la lettera e i proiettili sono attualmente in questura!

Il segretario provinciale della Fials di Bologna è stato minacciato di morte. A lui è stata fatta reperire anche una lettera anonima con due proiettili.

“Questa campagna elettorale falla piano”. È il testo chiaramente intimidatorio presente nella missiva indirizzata ad Alfredo Sepe.

Come si sa l’esponente della Fials è noto per le sue battaglie a favore degli Infermieri, degli Oss e dei Professionisti Sanitari di Bologna e provincia. A settembre con la sua lista aveva tentato di conquistare l’Ordine Infermieri bolognese. Il successo non è stato raggiunto per una manciata di voti.

Il suo sindacato è il primo nell’Asl di Bologna e in provincia e sicuramente alle prossime elezioni Rsu del 17, 18 e 19 aprile prenderà una valanga di voti.

La lettera è stata consegnata alla Polizia di Stato, prontamente intervenuta per i rilievi del caso. Iniziate le indagini per capire cosa sta succedendo. Tutto ciò mentre qualche ora fa un esponente della locale Cgil aveva minacciato Sepe con il segno della pistola. Non crediamo che i due casi siano collegati, ma quando accadono queste cose meglio meglio seguire tutte le piste.

Ad Alfredo Sepe tutta la.solidarietà di AssoCareNews.it e dell’Associazione Infermieristica Assocare.it che anch’essa in passato ga ricevuto attacchi al sito (hackers) e al mezzo associativo (il furgone).

Alla magistratura l’invito di fare chiarezza sull’accaduto.

Potrebbe interessarti...