Pubblicità

COVID-19 ed Emergenza Coronavirus. Per Filippo Anelli, presidente della Fnomceo, “occorrono medici per potenziare il Sistema Sanitario Nazionale”.

Occorrono medici opportunamente formati, per potenziare il Servizio sanitario nazionale in vista di una possibile diffusione del Covid-19. A evidenziarlo, il Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, che ha partecipato questa mattina alla riunione della Task Force nella sede della Protezione civile.

“Finalmente è stata sbloccata, con il Milleproroghe, la possibilità di assumere gli specializzandi degli ultimi anni. È necessario ora velocizzare le procedure concorsuali, per loro e per i colleghi già specialisti, per far fronte all’emergenza – afferma -. Ma non basta: occorre ampliare l’offerta formativa post lauream, in modo da poter formare e immettere quanto prima nel Servizio Sanitario Nazionale i cinquemila medici che si abiliteranno il 7 aprile e i diecimila colleghi fermi nell’imbuto formativo. Soprattutto questi ultimi, avendo già fatto esperienza nel Servizio Sanitario Nazionale potrebbero essere, in questo momento, una risorsa preziosa”.

“Ringraziamo ancora una volta il Ministro della Salute Roberto Speranza e tutto il Governo per la linea strategica scelta, che mette al primo posto la tutela della salute dei cittadini, anche attraverso l’adozione di tutti i provvedimenti necessari per limitare la diffusione del virus e non sovraccaricare il Servizio sanitario nazionale – conclude -. Questo ci dà il tempo per potenziare ancor più la rete di assistenza e metterla in grado, per risorse umane, di attrezzature e di organizzazione, di gestire una possibile emergenza epidemica. I nostri giovani colleghi sono pronti a formarsi e a offrirsi per dare il loro contributo: diamo sostegno alle loro speranze”.