Pubblicità

Scala Brass o blaylock risk assessment screening score è una scala di valutazione dell’anziano fragile, utile quando è prevista la dimissione dalla struttura protetta o dall’ospedale presso cui è stato ricoverato.

La Scala Brass o indice di Brass si articola in 10 item presi in considerazione, ovvero:

  1. Età;
  2. Condizioni di vita e supporto sociale;
  3. Stato funzionale;
  4. Stato cognitivo;
  5. Stato comportamentale;
  6. Mobilità;
  7. Ambito sensoriale;
  8. Numero di precedenti ingressi al pronto soccorso;
  9. Problemi clinici attivi;
  10. Quantità di farmaci assunti.

Approfondendola assieme è opportuno spiegare come si assegnino i punteggi di ogni singolo ITEM:

1.Se l’età è 55 anni o inferiore si attribuisce il valore 0;
Se l’età è tra i 56 anni e 64 anni si attribuisce il valore 1;
Se l’età è tra i 65 anni e i 79 anni si attribuisce il valore 2;
Se l’età è 80 anni o superiore si attribuisce il valore 3.

2. Le condizioni di vita vengono esaminate in base alla figura o alle figure con cui il soggetto anziano vive:
Se il paziente vive a domicilio con la moglie\marito si attribuisce il valore 0;
Se il paziente vive a domicilio con la famiglia si attribuisce il valore 1;
Se il paziente vive a domicilio solo ma con il sostegno della famiglia si attribuisce il valore 2;
Se il paziente vive a domicilio solo ma con il sostegno di amici e conoscenti si attribuisce il valore 3;
Se il paziente vive a domicilio solo e senza sostegno si attribuisce il valore 4;
Se il paziente vive a domicilio con assistenza domiciliare si attribuisce il valore 5.

3.Lo stato funzionale viene esaminato in base all’autonomia o dipendenza nelle ADL O IADL del paziente:
Se il paziente è autonomo si attribuisce il valore 0;
Se il paziente è dipendente (di qualsiasi natura) si attribuisce il valore 1;

4.Lo stato cognitivo viene esaminato in base all’orientamento tempo, spazio, luogo e concezione di sé:
Se il paziente è orientato si attribuisce il valore 0;
Se il paziente è disorientato qualche volta in alcune sfere si attribuisce il valore 1;
Se il paziente è disorientato sempre in alcune sfere si attribuisce il valore 2;
Se il paziente è disorientato qualche volta in tutte le sfere si attribuisce il valore 3;
Se il paziente è disorientato sempre in tutte le sfere si attribuisce il valore 4;
Se il paziente è in stato comatoso si attribuisce il valore 5.

5.Nello stato comportamentale si prende in considerazione:
Se il paziente ha un comportamento appropriato si attribuisce il valore 0;
Se il paziente presenta wanderig, stato di agitazione, confusione o simili si attribuisce il valore 1.

6.L’ambito della mobilità viene esaminato nel seguente modo:
Se il paziente deambula si attribuisce il valore 0;
Se il paziente deambula con aiuto di ausili si attribuisce il valore 1;
Se il paziente deambula con assistenza si attribuisce il valore 2;
Se il paziente non deambula si attribuisce il valore 3.

7.Nell’ambito sensoriale si esamina il deficit visivo e uditivo:
Se il paziente non presenta deficit il valore attribuito è 0;
Se il paziente presenta uno dei due deficit il valore attribuito è 1;
Se il paziente presenta entrambi i deficit il valore attribuito è 2.

8. Il numero di ingressi al pronto soccorso incidono nell’indice nel seguente modo:
Nessuno negli ultimi 3 mesi si attribuisce valore 0;
Uno negli ultimi 3 mesi si attribuisce valore 1;
Due negli ultimi 3 mesi si attribuisce valore 2;
Più di due negli ultimi 3 mesi si attribuisce valore 3.

9. I problemi clinici attivi si analizzano nel seguente modo:
Se il paziente presenta meno di 3 problemi clinici attivi il valore attribuito è 0;
Se il paziente presenta dai 3 ai 5 problemi clinici attivi il valore attribuito è 1;
Se il paziente presenta più di 5 problemi clinici attivi il valore attribuito è 2.

10. Alla quantità di farmaci assunti viene attribuito il seguente punteggio:
Se il paziente assume meno di 3 farmaci il valore attribuito è 0;
Se il paziente assume più di 3 farmaci il valore attribuito è 1.

Per concludere, eseguendo in finale la sommatoria di tutti i punteggi attribuiti si riscontra l’indice di rischio di insorgenza di problematiche post-dimissione nel paziente anziano.

Punteggio Finale

Se il punteggio finale varia da 0 a 10 il rischio risulta basso, la disabilità è molto limitata.
Se il punteggio varia da 11 a 19 il rischio risulta medio, sono presenti problemi legati a situazioni cliniche complesse.
Se il punteggio è superiore ai 20 il rischio risulta alto, sono presenti problemi importanti, è necessaria una continuità di cure post-dimissione coinvolgendo anche istituiti di riabilitazione o istituzioni varie.

Le Scale di Valutazione Infermieristica.