histats.com

Infermiere Promotore della Salute sul web: ruoli, competenze e strategie

Infermiere Promotore della Salute sul web: ruoli, competenze e strategie
Giuseppe Terramagna con la collega e co-relatrice Federica Putzu.

Giuseppe Terramagna è un giovane infermiere appena laureatosi presso l’Università degli Studi di Genova. Lui sogna di diventare un vero Professionista Sanitario e ha voluto realizzare una tesi in Infermieristica sul tema “Infermiere Promotore della Salute: ruoli, competenze e strategie”.

Il lavoro finale è stato relato da Carmelo Gagliano, docente e presidente dell’Ordine degli Infermieri di Genova, e co-relato da Federica Putzu, dinamica Infermiera dell’ASL 3 genovese.

L’Assistenza Infermieristica ai tempi del grande fratello web

Giuseppe ha voluto mettere in relazione la nostra professione con quanto tutti i giorni emerge dal web, in modo da capire come l’Infermieristica e l’assistenza italiana in genere si stanno evolvendo nell’era del “tutto on line”.

La tesi, come ci spiega lo stesso Terramagna, si proponeva di valutare:

  1. il ruolo dell’Infermiere nella promozione della salute;
  2. l’impatto della pubblicazione in rete di contenuti per la promozione di corretti stili di vita.

Per questo:

  1. sono stati analizzati alcuni documenti deontologici-legislativi;
  2. è stato creato un blog con pagina social ad esso correlata per divulgare contenuti di promozione della salute per e tra i giovani.

Diritto alla salute

Nel 1946 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ricordava che la Salute è lo stato di completo benessere fisico, psichico e sociale non semplice assenza di malattia. Per questo principio essa è considerata un vero e proprio diritto e come tale si pone alla base di altri diritti fondamentali che spettano alle persone.

La scuola come contenitore e promotore di salute

L’OMS attraverso la risoluzione di Vilnius individuava la scuola come luogo più adatto per l’attività di promozione ed educazione alla salute. In essa si affermava che le scuole che promuovono la salute hanno dimostrato di essere in grado di migliorare il benessere di tutta la comunità scolastica e, facendo parte di una comunità sociale più ampia (come possono essere oggi i social-network, anche se in maniera virtuale – ndr), rappresentano uno dei contesti privilegiati per ridurre le disuguaglianze di salute.

L’Infermiere moderno come promotore di vera salute

Nei principali studi scientifici infermieristici sul tema dell’educazione alla salute, l’infermiere svolge un’attività di promozione alla salute, riguardante specifici argomenti: promozione di un’alimentazione sana e dell’attività sportiva, prevenzione dei traumi e manovre di primo soccorso, educazione sessuale. L’educazione alla salute è un’attività in continua evoluzione, favorevole a proposte e sviluppi di nuove iniziative da parte di tutti i professionisti che lavorano nell’ambito sanitario.

La promozione del corretto stile di vita

L’infermiere può esprimere la sua competenza professionale elaborando, coordinando e partecipando a progetti di promozione di corretti stili di vita: ciò che contraddistingue e arricchisce la sua professione, infatti, è porre al centro la Persona, qualsiasi sia l’attività svolta con essa, riconducendola sempre e in ogni intervento, alla sua complessità e alla sua unicità.

La creazione del Blog e della Pagina Facebook per la promozione della salute on line

Il nostro ha realizzato, come dicevamo all’inizio, un blog specifico per la sua tesi, raggiungibile all’indirizzo http://saluteclasseduemila.wordpress.com.

Lo stesso aveva l’obiettivo di sviluppare nei giovani la capacità di poter essere agenti di cambiamento, rispetto ai corretti stili di vita, per se stessi e per gli altri promuovendo una cultura di tutela della salute.

Lo stesso obiettivo aveva la relativa Pagina Facebook denominata SaluteClasse2000 (https://www.facebook.com/SaluteClasse2000-191773991408542/), attualmente con 130 like.

Le conclusioni

SaluteClasse2000 si propone come uno spazio divulgativo, che vuole offrire al “Popolo della Rete” una occasione per discutere di temi di ì salute e dei relativi aspetti sociali e culturali.

La pagina social e il blog sono stati creati con due settimane di anticipo rispetto alla presentazione avvenuta in una scuola per un gruppo di 30 studenti di classi quarta e quinta di un Liceo Scientifico genovese nel quale gli infermieri dell’Ordine Professioni Infermieristiche di Genova hanno condotto due giornate (31 gennaio e 1 Febbraio 2018) dedicate alla promozione della salute tra i giovani

Le visualizzazioni hanno mostrato inoltre l’esistenza di un’elevata distanza sociale tra i giovani utenti, spesso più favorevoli agli incontri virtuali che a quelli reali e gli infermieri. Questo risultato è coerente con l’aspettativa inizialmente espressa nell’elaborato.

Per sfruttare al meglio le potenzialità dei social media e usarli in sicurezza in ambito sanitario è importante conoscerli ed essere consapevoli dei loro rischi; per fare ciò è auspicabile una formazione appropriata dei professionisti della salute e, a monte, degli studenti delle professioni sanitarie. Sarebbe inoltre utile approfondire il tema dei social media per meglio comprendere il fenomeno e avviare un confronto intra e inter-professionale che porti alla produzione di raccomandazioni condivise in uno spazio multi-professionale.

Il nostro parere

La tesi è fatta bene, l’idea progettuale è ottima, ma i tempi per l’indagine sui social e sul web sono striminziti. In un mese verificare cosa succede nella Grande Rete è quasi impossibile, pertanto si poteva e si doveva iniziare il lavoro statistico e conoscitivo almeno sei mesi prima, in modo da avere anche un numero di contatti utilizzi ad analizzare più nel dettaglio la situazione contingente in Italia.

Per il resto complimenti e in bocca al lupo per il futuro.

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394