Infermieri e Studenti devono fare l'igiene al paziente per capire Problem Solving?
Infermieri e Studenti devono fare l'igiene al paziente per capire Problem Solving?
Pubblicità

Il Policlinico “Vanvitelli” lancia il Progetto “Nursing”. Un infermiere sarà Direttore delle attività di tirocinio del Corso di laurea interamente in inglese.

L’Azienda Ospedaliera Universitaria “Luigi Vanvitelli” di Napoli lancia il Progetto pilota: l’infermiere ricoprirà il ruolo di Direttore delle attività di tirocinio del Corso di laurea triennale “Nursing” – Infermieristica interamente in inglese – attivato dall’Università degli Studi della Campania.

Il reclutamento del Direttore, attraverso un bando, mira a individuare un professionista il cui compito sarà quello di coordinare le attività di tirocinio degli studenti iscritti all’innovativo Corso.
Attivato per la prima volta nel centro sud, il Degree nursing in english rappresenta un unicum: un percorso completo che prepara alla professione e rilascia la certificazione di lingua, livello B2.

Il Corso (Department of traslational medical sciences della School of medical Sciences) è coordinato dalla professoressa Eva Lieto, presidente del Corso di studi in Infermieristica (responsabile della didattica, la professoressa Ivana Orefice) e ha due obiettivi: fornire allo studente una adeguata padronanza dei metodi e dei contenuti scientifici generali nell’area corrispondente; collocare nel mondo del lavoro. Inoltre “Nursing” si inserisce in un più ampio disegno che vede dell’internazionalizzazione una delle vocazioni dell’Università “Vanvitelli” e dell’Azienda Policlinico ad essa collegata. Un corso nuovo, aperto a studenti stranieri che scelgono l’Italia e Napoli come sede dei propri studi.

“Il Progetto pilota dà la giusta e doverosa dignità al ruolo dell’infermiere: figura professionale sempre più competitiva, preparata, esperta, alla quale va riconosciuto, doverosamente, il ruolo organizzativo”, esordisce Antonio Giordano, Direttore generale dell’AOU “Luigi Vanvitelli” e continua: “Si tratta di una figura professionale fondamentale per raggiungere standard qualitativi assistenziali elevati e lo vediamo ogni giorno nel nostro Policlinico. Siamo ancor più contenti dell’attivazione di questa figura che coincide con l’anno internazionale dell’infermiere”.

“Siamo solo all’inizio di un percorso complesso ma entusiasmante, spiega la professoressa Eva Lieto – docente di chirurgia e presidente del corso di studi in Infermieristica. I primissimi risultati, frutto di gran lavoro e sinergia tra Università e Azienda ospedaliera, ci inducono a credere che siamo sulla strada giusta. Il mercato del lavoro è sempre più concorrenziale e selettivo; da qui la necessità di formare giovani capaci di rispondere agli elevati standard professionali europei. La domanda di infermieri in Europa e nel Regno Unito è altissima e le retribuzioni elevate. “Nursing”, erogato completamente in inglese, consente ai suoi iscritti di accedere a programmi Erasmus internazionali, a stage di tirocinio all’estero e, in ultima analisi, apre la mente ai nostri ragazzi che saranno certamente più concorrenziali nel mondo del lavoro. Il Corso fornisce una formazione completa, a 360 gradi. Non ultimo questo corso è un riferimento per il Centro-Sud e vuole essere, ai nostri occhi, un trampolino di lancio per una sempre più ampia integrazione culturale che vede la Campania e il nostro Ateneo al centro del crocevia del Mediterraneo”, conclude la professoressa Lieto.