histats.com
giovedì, Maggio 13, 2021
Pubblicità
HomeConcorsi InfermieriAppunti Concorsi InfermieriValori glicemia in gravidanza, curva glicemica e diagnosi diabete gestazionale.

Valori glicemia in gravidanza, curva glicemica e diagnosi diabete gestazionale.

Valori glicemia in gravidanza, curva glicemica e diagnosi diabete gestazionale: tutto quel che c’è da sapere.

In gravidanza occorre stare molto attenti ai valori della glicemia e ai risultati dei test di curva glicemica.

Questo per poter intercettare celermente i casi di diabete gestazionale, una condizione reversibile di scompenso dell’equilibrio glicemico che colpisce il 3-10% delle gestanti.

Vediamo quel che c’è da sapere su tutti questi aspetti, spiegato in maniera chiara.

Il test della curva glicemica: chi e quando occorre farlo?

Dovranno compiere gli esami di controllo della glicemia le donne che, tra la sedicesima e la diciottesima settimana di gravidanza, presentano almeno una delle seguenti condizioni:

  • diabete gestazionale in una gravidanza precedente
  • obesità
  • riscontro dei valori di glicemia plasmatica a digiuno -prima o all’inizio della gravidanza- compresi fra 100 e 125 mg/dl.

Fra la ventiquattresima e la ventisettesima settimana di gravidanza è necessario che si sottopongano allo screening le donne con almeno uno dei seguenti fattori di rischio:

  • età della gestante superiore ai 34 anni
  • familiarità al diabete (parente di primo grado con diabete di tipo 2)
  • obesità
  • gravidanza precedente in cui il bambino superava i 4,5 kg al momento della nascita (macrosomia fetale)
  • diabete gestazionale in una gravidanza precedente
  • famiglia originaria di aree ad alta prevalenza di diabete: Asia meridionale, Caraibi, Medio Oriente.

Test della curva glicemica: valori e interpretazione.

I parametri fondamentali da tenere in considerazione sono:

  • la glicemia a digiuno e due ore dopo i pasti;
  • l’emoglobina glicata (il test che misura il valore glicemico medio degli ultimi due-tre mesi).

Le nuove linee guida stabiliscono l’approccio per una diagnosi precoce. Durante la prima visita in gravidanza è opportuno identificare le donne con alto rischio di diabete gestazionale. 

In questo caso, è previsto uno screening a partire dalla 16-18ma settimana, ripetuto poi alla 24-28ma settimana.

Se non sono presenti fattori di rischio evidenti, come obesità o precedenti di diabete gestionale, il dosaggio della glicemia alla prima visita non è indicativo per prevedere la manifestazione della condizione e può, invece, dare luogo a falsi positivi. In assenza di fattori di rischio, non è previsto uno screening per diabete gestazionale. Le donne con medio rischio di manifestare la condizione patologica, invece, vanno incontro a uno screening alla 24-28ma settimana.

Le donne che rientrano nelle categorie a medio e alto rischio per il diabete gestazionale, dovranno essere sottoposte a test da carico con 75 g di glucosio (OGTT) con verifica dei valori glicemici all’inizio, dopo un’ora e dopo due ore.

I parametri diagnostici sono:

  • glicemia ≥ 95 mg/dl a digiuno;
  • glicemia ≥ 180 mg/dl dopo un’ora;
  • glicemia ≥ 153 mg/dl dopo due ore.

Basta uno solo di questi valori alterato per parlare di diabete gestazionale.

Nel caso si rilevino valori della glicemia a digiuno superiori a 126 mg/dl in due momenti diversi della giornata, oppure un valore glicemico superiore a 200 mg/dl in un qualsiasi momento della giornata confermato da un valore a digiuno di glicemia superiore a 126 mg/dl, oppure un valore di emoglobina glicata superiore al 6,5%, si può parlare di diabete manifesto.

Leggi anche:

Diabete Gestazionale: segni e sintomi, cause, trattamento.

Fonte: diabete.netAssoCareNews.it

Dott.ssa Francesca Ricci
Dott.ssa Francesca Ricci
Francesca Ricci è una web-writer esperta in ambito sanitario. Da anni si occupa di questioni sociali, politica ed economia.
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394