Educatori Professionali | Anna: “mi sono licenziata perché quella comunità psichiatrica è piena di stranieri”.

Infermiera costretta a fare l'OSS al Gemelli su ordine del Coordinatore.

? A volte la sopportazione raggiunge il limite e si decide di licenziarsi. E’ accaduto ad Anna, Educatore Professionale, che ha deciso di lasciare una struttura per pazienti psichiatrici: “orribile”.

Riceviamo e pubblichiamo una missiva di una lettrice, Anna, Educatore Professionale presso una nota struttura psichiatrica in provincia di Como. Si è licenziata perché circondata da colleghi stranieri. Una sfogo che va oltre il razzismo. Vediamo cosa ci ha scritto.

Carissimo Direttore di AssoCareNews.it,

mi chiamo Anna sono un educatrice professionale. Da un anno lavoro in una comunita psichiatrica protetta in provincia di Como, a breve scadrà il mio contratto e ho già parlato col mio direttore che andrò via e che non voglio restare in quell’orribile posto.

Personale straniero oss infermieri, l unica persona Italiana sono io e i medici incluso il direttore, grazie alla mia tenacia e prontezza non mi sono mai fatta mettere sotto, anche se tutto il personale ce l aveva con me perché sin dall’inizio del mio lavoro incominciai a scoprire tutto ciò che loro combinavano: rubare merce comunitaria, rubare carte di credito ai pazienti e soldi e altro. Incominciarono a farmi del mobbing, il direttore era ed è incapace di mandar via questi soggetti. Ho deciso di finire l’anno e per colpa di queste persone che si sono coalizzate contro di me rimango senza lavoro!!!

Grazie per lo spazio che vorrete offrirmi.

Anna, Educatore Professionale


Carissima Anna,

ci spiace per quello che ti sta succedendo. Crediamo tuttavia che per la gravità delle cose che dichiari qui per iscritto dovresti rivolgerti alle forze dell’ordine e denunciare tutto a loro. Restiamo a tua disposizione per ulteriori consigli. Continua a seguirci.

Angelo Riky Del Vecchio, Direttore quotidiano sanitario AssoCareNews.it

Potrebbe interessarti...