Oss24 | Mario (OSS): “mi negano nulla osta per mobilità e mi impediscono di tornare a casa”.

Assunzione Infermieri, Medici e Professionisti Sanitari: i dubbi dell'ULS.

? ? Aziende sanitarie Siciliane: Oss, ennesima storia di un probabile nulla osta negato. Ancora lontano il sogno di tornare a casa per gli OSS siciliani.

Gentile direttore di Assocarenews.it,

mi chiamo Mario e sono un oss della provincia di Trapani che presta servizio presso un azienda ospedaliera siciliana.

Ben 6 anni fa subito dopo aver preso la qualifica di OSS, essendo la mia ragazza gravida, e non avendo un’occupazione che potesse dare un futuro stabile alla mia futura famiglia ho deciso di rimboccarmi le maniche e cominciare a studiare sodo per superare uno dei tanti concorsi per Oss nel nord Italia.

Dopo svariati mesi di sacrifici e notti in bianco a studiare, per mia fortuna, ho superato il mio primo avviso pubblico che mi ha permesso di avere la mia occupazione stabile presso un azienda ospedaliera pubblica della toscana.

Nel frattempo , fra la nascita della mia primogenita, i miei avanti e indietro per la sicilia, ho superato anche il mio primo concorso pubblico a tempo indeterminato presso una azienda ospedaliera della lombardia.

Finalmente nel 2017 dopo 4 anni di permanenza al nord, lontano da mia moglie,  figlia e famiglia riesco a vincere un bando di mobilità in Sicilia e adesso ringraziando Dio lavoro in un azienda Ospedaliera del Catanese.

Il mio sogno però rimane quello di tornare nel trapanese, dove ho una casa di proprietà , moglie e figlia ad aspettarmi e che raggiungo dopo ben 3 ore di viaggio in auto nel mio riposo settimanale.

In prossimità dell’uscita dei tanto annunciati bandi di mobilità e concorsi per Oss in Sicilia, l’ufficio dell’azienda ospedaliera del catanese dove presto servizio mi ha risposto che molto probabilmente non sarà concesso nessun nulla osta.

Sono però passati ben 6 anni da quando ho lasciato la provincia di trapani, oggi vivo in Sicilia (provincia di Catania), quando tempo dovrà passare ancora prima che io e altre decinde di Oss e infermieri potremmo tornare nelle province di residenza?

La preoccupazione di un futuro nulla osta negato è una notizia fondata, un ossessione che non mi permette di lavorare con lo stesso entusiasmo di sempre.

Sono molto preoccupato, ho scritto con la speranza che la mia storia possa sensibilizzare la classe dirigenziale delle aziende sanitarie, la politica tutta, nell’indirizzare quest’ultime alla concessione dei nulla osta.

Mario, OSS

Potrebbe interessarti...