Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari: litigare coi colleghi? Rischiate licenziamento!
Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari: litigare coi colleghi? Rischiate licenziamento!
Pubblicità

Lei avvenente TSRM, lui Medico Radiologo. Nella vita sono una coppia, sul lavoro non si sopportano e questa volta l’hanno fatta grossa: litigano in pubblico, sospesi dall’ASL.

Una coppia di professionisti sanitari che litiga non è raro da vedere in un Reparto. Il più delle volte si tratta di problemi di natura professionale. In questa ASL, invece, il litigio è stato di natura sentimentale. Lei, 24 anni, Tecnico Sanitario di Radiologia Medica, lui 48 anni, Medico Radiologo, sono stati sospesi dopo un alterco pubblico durante il turno pomeridiano.

Sembrava una scena da film per chi ha assistito al fatto. Il tutto è accaduto durante il turno di pomeriggio in una nota Azienda sanitaria locale dell’Emilia Romagna. La storia sta facendo il giro delle chat di WhatsApp, Messenger e Telegram.

Ambedue divorziati da circa un anno hanno intrapreso una relazione probabilmente nata proprio nell’Unità Operativa dove lavorano. Nella vita, dicono, non litigano mai, nella professione praticamente ogni minuto. Lei è sempre stata irreprensibile, ma sempre rispettati il lavoro dell’altro, chiedendo nel contempo il rispetto del suo. Lui, un po’ più invadente di lei, ha sempre fatto da padre-padrone e anche davanti ai colleghi non si è mai risparmiata di redarguirla al minimo errore. Di qui alterchi a non finire, con i colleghi che proprio non ce la fanno più.

Fino all’ultimo litigio la loro storia era ancora non pubblica, dopo si è palesata per quella che è. Infatti, i due se le sono dette di santa ragione, entrando in questioni prettamente private che si potevano risparmiare. E lo hanno fatto in pubblico, davanti ad alcuni pazienti, che subito hanno informato dell’accaduto la Direzione aziendale.

Di qui un primo richiamo e poi la sospensione dal servizio fino a successiva decisione. Dal punto di vista professionale nulla da eccepire nei loro confronti, dal punto di vista comportamentale tanto, visto che non era la prima volta che i due erano stati redarguiti dalla dirigenza medica e delle professioni sanitarie.

Avranno imparato la lezione?