histats.com
sabato, Dicembre 3, 2022
HomeCronacaCultureTra tradizioni, origine e storia degli Zampognari.

Tra tradizioni, origine e storia degli Zampognari.

Pubblicità

Tra tradizioni origine e storia degli Zampognari: come sono nati e perché sono diventati simbolo della Natività cristiana?

Si avvicina il Natale e come ogni anno il dolce suono dei canti natalizi si diffondono per le strade di paesi e città. Alcune di queste melodie trasmettono, più di ogni altre, la magia del natale.

È la musica degli zampognari che peregrinando per strade e stradine, intonano con la loro zampogna il “Tu scendi dalle stelle”, testo composto dal vescovo Alfonso Maria de’ Liguori. Una tradizione che ha origine nel 1754 a Nola, paese campano dove visse e operò il vescovo, successivamente canonizzato a Roma il 26 maggio del 1839.

Il Santo Liguori soleva spesso raggruppare i “lazzari napoletani”, appartenenti al ceto popolare, portandoli in giro a cantare e contemporaneamente diffondere il credo cristiano con il suo testo. Così che poco dopo si aggiunse a questa compagnia anche il dolce suono della zampogna ,non fosse altro che per coordinare il movimento del “gregge “ pastorale e il loro canto. Ma se l’origine del canto natalizio cristiano per eccellenza e più diffuso al mondo è recente, non è così per i nostri zampognari, la cui tradizione ricalca la figura dei pastori dell’antica Roma. Una figura che a sua volta ha origini orientali e che in poco tempo trovò dimora anche nella classe agricola romana. Una figura pagana se consideriamo che il primo Zampognaro della storia fu il terribile, temuto e grande Imperatore Romano “ Nerone”.

Appassionato di arte e di musica come è risaputo, spesso l’imperatore era solito suonare “l’ utriculus” strumento greco legato al dio Pan. Lo strumento simboleggiava una sorte di unione tra l’elemento maschile con quello femminile che rappresentava lo stesso dio greco che proteggeva anche i pastori. Ed è proprio questo strumento che col tempo prese le sembianze dell’attuale zampogna. Ma l’abbinamento della zampogna al Natale nasce quando si iniziò a sovrapporre il dio Pan al Solstizio d’inverno che segna la rinascita del sole. Per poi essere questa festa sovrapposta a sua volta dal cristianesimo per celebrare la nascita di Cristo. Col tempo i pastori zampognari durante il periodo di Natale lasciavano le greggi e scendevano nei paesi a inneggiare il natale con i loro strumenti. Di solito in coppia e vestiti da pastori con qualche aggiunta di stoffa di color rosso, il pastore più anziano suonava la zampogna mentre il più giovane lo accompagnava con la ciaramella (un flauto dal suono molto acuto).

Ed è così che con il passare degli anni la figura degli zampognari è diventata sempre più frequente e familiare durante il natale.

Testimoniata anche dal fatto che in molti presepi rappresentano ormai personaggi fissi, essi vengono spesso collocati sempre in prossimità della grotta per celebrare con umiltà e ossequio la nascita del Salvatore.

Prof. Andrea Ruscitto
Prof. Andrea Ruscittohttps://www.assocarenews.it/
Andrea Ruscitto nativo di Rignano Garganico vive a San Marco in Lamis, dove frequenta e consegue la maturità scientifica . Guida Turistica Archeologica e Ambientale –Regione Puglia. Consegue la laurea triennale in lettere moderne con tesi in sociologia dell’arte e della letteratura, dove discute anche di alcune sue opere pittoriche, consegue la Magistrale in Filologia e lettere moderne con tesi in Filologia e linguistica romanza, con particolare interesse sullo studio e sull’influenza del Latino sul cristianesimo. Attualmente docente di Letteratura italiana e Latino, si occupa da anni dello studio del colore con la produzione di opere d’arte su tela e materiali eterogenei, vanta di alcune mostre personali e collettive anche all’estero, nonché di recensioni da parte di critici d’arte come la Dott.ssa Sabrina Falzone. Collabora e ha collaborato con l’amico e giornalista dott. Angelo Del vecchio, con il quale ha pubblicato alcune sue storie sul libro “Racconti e leggende del Gargano“.
RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394