TAC: cos’è, durata, preparazione, indicazione in gravidanza

Tac: tutto sulla tomografia assiale computerizzata

TAC: quando farla e perchè? Quanto dura fare l’esame e quale preparazione necessita? Posso farla in gravidanza?

TAC, Cos’è?

La Tomografia Assiale Computerizzata è un esame di tipo radiologico che grazie a programmi informatici dedicati riesce a ricostruire porzioni del nostro corpo anche al di sotto del millimetro. Questa capacità lo rende uno degli strumenti più precisi per fare diagnosi. Può avvenire anche abbinata all’infusione via venosa di un mezzo di contrasto, utile per rendere ancora più precisa l’elaborazione dell’immagine.

Perchè si fa?

E’ indicata ogni volta che una persona deve effettuare un esame per riceve una diagnosi. Le indicazioni cliniche sono molte ma non si deve pensare che serva soltanto per situazioni cliniche gravi. E’ un esame che solitamente si prescrive dopo un primo livello di esami come ecografia e rx.

Preparazione TAC

La TAC senza mezzo di contrasto non necessita di particolari preparazioni. La TAC con mezzo di contrasto (mdc) invece necessita di un digiuno di cibi solidi di almeno 6 ore prima dell’esame. Non si deve invece sospendere le eventuali assunzioni di farmaci.

Sempre nel caso di somministrazione di mezzo di contrasto, vengono richiesti esami del sangue non più vecchi di un mese.

Quanto dura?

La durata di una TAC dipende dal distretto corporeo che si va ad analizzare. Può durare da 10 minuti fino a 20-25.

Stato di gravidanza

La TAC è sconsigliata in gravidanza. Si rimanda comunque al radiologo la decisione, in base alla gravità clinica che si presenta.

Potrebbe interessarti...