Christmas Blue: la depressione natalizia è più diffusa di quanto si pensi!

Christmas Blue: come riconoscerlo?
Christmas Blue: come riconoscerlo?

Christmas Blue

Si chiama Christmas Blue, letteralmente “Natale blu”: il periodo natalizio si tinge di toni depressivi. Vi suona strano? Ebbene è più comune di quanto si pensi.

Il periodo di Natale è visto e vissuto collettivamente come uno dei momenti più magici dell’anno: addobbi e luci natalizie, shopping e regali, cene e grandi abbuffate. Bambini e adulti sembrano brillare di luce riflessa ed i sentimenti sembrano amplificarsi.

Ma non soltanto i sentimenti positivi. E’ quello che da alcuni anni è interesse di studio da parte di psicologi e sociologi di diverse università internazionali e italiane. 

Ogni dicembre infatti sembra sempre più diffuso quello che è stato definito come Christmas Blue, ovvero una condizione per la quale le persone che ne sono affette sviluppano sintomi depressivi quali:

  • Apatia
  • Pensieri di rovina 
  • Tendenza al ritiro sociale
  • Incapacità empatica
  • altri sintomi soggettivi

La peculiarità però di questo fenomeno è la sua reversibilità: terminato il periodo natalizio i sintomi rientrano spontaneamente e senza particolari strascichi. La recidività appare evidente anche se gli studi in merito sono ancora troppo pochi.

Potrebbe interessarti...