oss infermiera giusy
medicine, healthcare and pandemic concept - sad young female doctor or nurse wearing face protective mask for protection from virus disease sitting on floor at hospital
Pubblicità

La lettera di Nadia, Infermiera, riapre la discussione sulle promozioni ‘facili’ nel SSN: “in Italia vanno avanti solo i raccomandati, solidarietà al collega Marcello per le ingiustizie subite”.

Buongiorno Direttore,

vi scrivo per esprimere tutta la mia solidarietà al collega Marcello che il 18 febbraio ha raccontato di come sia stato soppiantato dal collega nel ricoprire la funzione organizzativa, nonostante non possedesse i requisiti necessari tra cui il master in coordinamento.

Posso dire di aver vissuto una esperienza analoga. Ho 50 anni, sono infermieri da quasi 30, durante il mio precorso lavorativo, ho faticato molto per raggiungere la formazione ottenuta conciliando studio e lavoro, e posso ritenermi soddisfatta della preparazione raggiunta, ma mio malgrado mi vedo costretta a fare i conti, come asserisce Marcello, con la totale mancanza di trasparenza e dilagante corruzione, che in barba al decreto del 31 ottobre 2009, vige costantemente soprattutto a livello pubblico.

Purtroppo però siamo abbandonati a noi stessi da tutte le istituzioni che in modo più che evidente hanno interesse a prediligere taluni soggetti a prescindere da ogni modalità meritocratica. E se per caso provi ad alzare la testa e a contestare questo sistema che si avvale esclusivamente di raccomandazioni, devi cominciare a temere che tutto ti si ritorca contro!

Che gran tristezza!!!

Nadia, Infermiera

Leggi anche:

Marcello, Infermiere: “io con Master in Coordinamento ignorato, un collega senza titoli promosso; è l’Italia dei raccomandati”.

1 COMMENT

Comments are closed.