Allergie: 7 errori che facciamo senza saperlo!

Allergie: quali errori facciamo?
Allergie: quali errori facciamo?

Molto spesso chi soffre di disturbi di stagione rischia di complicarsi la vita da solo. Lavorare in preda ad attacchi di allergia, starnuti, occhi che lacrimano e voglia immane di grattarsi non è la cosa più confortevole che esista!

Mettendo insieme quelle che sono buone pratiche validate da studi scientifici, possiamo individuare 7 errori che tutti facciamo, seppur inconsapevolmente!

  • Non lavare i capelli ogni sera: quando si soggiorna fuori casa gran parte della giornata, i capelli si impregnano di allergeni e la cosa peggiore che si possa fare è portarseli nel letto, aggravando così i problemi respiratori durante la notte. Sarebbe dunque preferibile fare una doccia la sera prima di andare a letto o, perlomeno, lavare faccia e capelli.

  • Lasciare porte e finestre aperte: lasciare porte e finestre aperte è deleterio. Monitorare dunque il bollettino nazionale dei pollini e capire quando sono previsti alti livelli di allergeni nell’aria e regolarsi di conseguenza. L’aria delle abitazioni può essere ricambiata al mattino presto o in tarda serata quando la concentrazione di pollini è più bassa e, tale suggerimento, vale anche in automobile dove è bene tenere i finestrini chiusi.

  • Non sostituire i filtri anti-polline: la caratteristica di questi filtri è di imprigionare i pollini e gli allergeni, impedendo così che si liberino nell’aria.
    Tali filtri, come consiglio, andrebbero sostituiti una volta al mese dietro regolare certificazione.

  • Non prestare attenzione all’abbigliamento: come già enunciato per i capelli, anche i vestiti si riempiono di pollini ed allergeni. E’ necessario, dunque, cambiarsi d’abito quando si rientra a casa e lavare gli indumenti indossati in esterno per evitare che gli allergeni si spargano all’interno dell’armadio.

  • Usare le scarpe dentro casa: non appena rientrati in casa conviene togliersi (anche) le scarpe soprattutto, se si posseggono tappeti o moquette, che attirano pollini ed allergeni.
    Durante la stagione allergica, soprattutto se i sintomi sono gravi, conviene lavare i pavimenti almeno una volta alla settimana, i tappeti una volta al mese e i tendaggi con estrema regolarità.

  • Affidarsi ai farmaci:Iintegrare l’uso dei farmaci (antistaminici o decongestionanti nasali) con lavaggi nasali, filtri nasali e immunoterapia desensibilizzante.

  • Usare gli spray nasali steroidei: questi spray non agiscono immediatamente quindi, non vanno usati alla comparsa dei sintomi ma bensì già qualche giorno prima del picco pollinico così che, possano entrare in azione in tempi utili.

Potrebbe interessarti...