Pubblicità

Mario, OSS: Azienda mi nega cambio alla pari perchè “troppo esperto”. Tre anni di ricerche andate in fumo.

Mario, OSS lucano, lavora in Lombardia dove è dipendente di un’Azienda da alcuni anni, e gli hanno negato un sacrosanto cambio alla pari.

Ci racconta la sua storia, che lo vede protagonista, a suo dire, di un’ingiustizia.

“Gentile AssoCareNews.it,

vi scrivo per raccontare cosa mi sta succedendo.

Lo scorso 11 febbraio ho presentato richiesta di cambio alla pari alla mia azienda. Dopo tre anni di ricerca avevo trovato un cambio per l’entroterra pugliese, a soli 70 km da casa.

Con l’emergenza covid mi hanno fatto aspettare fino al 14 settembre (7 mesi) per negarmi l’autorizzazione.

Per la cronaca, intanto l’azienda giù aveva dato ok a giugno.

Tra le motivazioni del mio no, vi era il fatto che ormai ero “troppo esperto” perchè in cardiochirurgia da più di quattro anni.

La cosa ha penalizzato me ed il collega che aspettava il mio ok.

Trovo tutto vergognoso e non finisce qui, i sindacati mi hanno detto che mi aiuteranno ma intanto il cambio è saltato.

Chi mi risarcisce di questo?

Mario“.