histats.com
martedì, Novembre 30, 2021
Pubblicità
HomeInfermieriUnione Controllo Internazionale Cancro ringrazia Infermieri e Medici per la guerra alle...

Unione Controllo Internazionale Cancro ringrazia Infermieri e Medici per la guerra alle patologie oncologiche in era Covid.

Adattamenti e innovazioni nella cura del cancro nonostante la Pandemia COVID-19. L’Unione per il Controllo Internazionale del Cancro ringrazia Infermieri, Medici e Ricercatori per il loro lavoro.

In occasione della Giornata mondiale del cancro il 4 febbraio, l’Unione per il controllo internazionale del cancro (UICC) dà voce e ringrazia gli infermieri, i medici, i ricercatori, i volontari, i sostenitori e gli altri operatori sanitari in oncologia di tutto il mondo, nonché le agenzie governative, che hanno lavorato negli ultimi 12 mesi durante la pandemia COVID-19.

Il tema della Giornata mondiale contro il cancro “Io sono e sarò” racchiude il loro straordinario spirito e la forza della comunità del cancro.

Le loro storie catturate durante lo scorso anno vengono mostrate in occasione della Giornata mondiale del cancro in testimonianze e articoli su una pagina dedicata del sito ufficiale.

Queste storie evidenziano che, sebbene la pandemia minacci i progressi compiuti nella lotta contro il cancro, ha anche creato l’opportunità di affrontare le debolezze sistemiche in molti sistemi sanitari nazionali.

Un sondaggio condotto dall’UICC con oltre 100 delle sue organizzazioni membri in 55 paesi, tra cui società civile, ospedali, centri di ricerca e gruppi di supporto ai pazienti, ha rivelato che il loro reddito e le loro attività organizzative sono sotto pressione significativa, con quasi tre quarti che riferiscono riduzioni di reddito di dovunque dal 25% al ​​100% nel 2020 e proiezioni simili per il 2021. Un’analisi dei risultati del sondaggio è stata pubblicata il mese scorso su The Lancet Oncology.

Le testimonianze dei membri dell’UICC confermano ulteriormente le difficoltà per le organizzazioni antitumorali nel mantenere servizi salvavita, non solo per il calo delle risorse ma anche per le misure necessarie messe in atto per contenere la diffusione del coronavirus e per i timori di contagio da parte di pazienti. I rapporti evidenziano una carenza esacerbata di personale in prima linea, a volte reindirizzata alla risposta COVID-19; interruzioni e ritardi nei programmi di prevenzione, diagnostica e test, sperimentazioni cliniche e ricerca; difficoltà nell’impegnarsi nella sensibilizzazione della comunità con restrizioni sui viaggi e gli incontri sociali; e maggiori ostacoli all’accesso ai farmaci essenziali nei paesi a basso e medio reddito.

Il Prof. Anil D’Cruz, Presidente dell’UICC e Direttore dell’oncologia presso gli ospedali Apollo in India, ha dichiarato: “Sembra abbastanza certo che le interruzioni dei servizi oncologici nell’ultimo anno porteranno alla diagnosi nelle fasi successive, che a sua volta si tradurrà in mortalità correlata al cancro più elevata. Peggio ancora, il più ampio impatto economico della pandemia sulla cura del cancro con ogni probabilità si farà sentire per molti anni a venire, anche nei paesi ad alto reddito – nei paesi a basso e medio reddito, l’impatto è insondabile. Tuttavia, è incoraggiante vedere l’incredibile risposta della comunità del cancro per mitigare queste conseguenze sia in India che altrove. Le loro storie sono stimolanti e queste organizzazioni hanno bisogno di tutto il supporto che possiamo fornire per continuare a fare il loro incredibile lavoro “.

Le testimonianze che l’UICC sta mostrando illustrano come le organizzazioni e gli operatori sanitari si stanno mobilitando in tutto il mondo per supportare i pazienti, riprendere gli screening e la diagnostica, mantenere la consapevolezza sulla necessità di prevenzione e fornire un ambiente sicuro per il trattamento. I volontari si sono mobilitati per fornire farmaci e persino cibo ai pazienti bisognosi o garantire il trasporto ai centri di cura. Il settore privato sta sviluppando tecnologie innovative per ridurre il tempo trascorso negli ambienti di cura mantenendo la qualità del trattamento. La tecnologia digitale consente a medici e centri di ricerca di collaborare e condividere conoscenze a livello globale e di accelerare il passaggio a una maggiore assistenza centrata sul paziente.

La dott.ssa Miriam Mutebi, consulente e oncologa chirurgica per il cancro al seno presso l’Aga Khan University Hospital in Kenya e membro del consiglio di amministrazione dell’UICC, ha dichiarato: “Negli ultimi anni sono stati compiuti notevoli progressi nella cura del cancro. Nei paesi ad alto reddito, abbiamo assistito a un calo dei tassi di incidenza e mortalità per alcuni tipi di cancro. Nelle regioni a basso e medio reddito come l’Africa, stiamo assistendo a un promettente aumento della consapevolezza sul cancro, nonché a passi avanti verso l’attuazione di piani nazionali di controllo del cancro. Ora non è il momento di perdere terreno ma, andando avanti, non solo dobbiamo sfruttare gli adattamenti e le innovazioni che stanno emergendo come un “rivestimento d’argento” per COVID-19, dobbiamo anche cogliere l’opportunità per migliorare i sistemi sanitari come il passaggi di pandemia. ”

Rimangono notevoli sfide nella lotta contro il cancro. L’impatto diffuso della pandemia renderà più difficile per i paesi raggiungere determinati obiettivi di sviluppo sostenibile, in particolare obiettivi sanitari e copertura sanitaria universale. Potrebbe anche rallentare l’attuazione dell’ambiziosa ma realistica strategia globale dell’OMS per eliminare il cancro cervicale entro poche generazioni. Allo stesso tempo, l’adozione di questa strategia da parte della comunità internazionale al culmine della pandemia dimostra la capacità di governi e organizzazioni di unirsi e dare vita alla promessa che le future generazioni di donne non moriranno a causa di una malattia prevenibile.

Il dottor Cary Adams, CEO di UICC, ha dichiarato: “COVID-19 ha avuto un impatto sul controllo del cancro a livello globale e la risposta della comunità del cancro è stata straordinaria, persino eroica. Quest’anno, più che mai, è opportuno celebrare i loro risultati nella Giornata mondiale del cancro. Puntiamo tutti nel 2021 a riorientare i nostri sforzi collettivi sulle sfide a lungo termine che il cancro pone a tutti i paesi del mondo. Dobbiamo prevenire di più, diagnosticare prima e garantire che tutte le persone che convivono con il cancro abbiano accesso alle cure di qualità di cui hanno bisogno “.

La Giornata mondiale contro il cancro 2021 è dedicata al coraggio e ai risultati delle persone che convivono con il cancro e delle loro famiglie, nonché degli infermieri, medici, ricercatori, volontari, sostenitori e altri che si prendono cura di loro e lavorano per loro – e invita tutti contribuendo a salvare vite umane da questa malattia.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394