Pubblicità

Sono professionisti seri e preparati, giovani e meno giovani, che si sono messi in campo candidandosi a governare l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bologna.

Hanno accolto l’appello della Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche e si sono messi in gioco scendendo in campo per guidare l’Ordine delle Professioni Infermieristiche (OPI) di Bologna.

Sono amici e sono colleghi, sono tra i migliori in assoluto nel loro campo e, anche se c’è chi continua a deningrarli, sono convinti di attirare attorno a loro la stragrande maggioranza dell’elettorato attivo, Infermieri e Infermieri Pediatrici che sono stacchi delle passate gestioni dell’OPI.

Loro c’erano, ci sono e ci saranno sempre. Prima, durante e dopo la Pandemia da Coronavirus. Da sempre sono dalla parte di chi lavora sul campo, negli ospedali pubblici e privati dell’hinterland bolognese, nelle Aziende Servizi alla Persona, negli Istituti specialistici come Montecatone, sul territorio e nella libera professione.

Sono impegnati nella ricerca, nello studio, nelle organizzazioni sindacali, nelle associazioni e società scientifiche di categoria, nell’attività assistenziale quotidiana.

In questo video si mostrano con la mascherina, vogliono essere guardati negli occhi, vogliono guardare negli occhi i loro interlocutori, vogliono essere campiti, vogliono capire e dare risposte ai loro elettori e anche a chi deciderà di non votarli.

La loro campagna elettorale è fatta di pochi slogan e tanta attività sul campo.

Hanno deciso di non mostrarsi tutti assieme nella classica foto di rito, ma di mostrarsi separati, nel pieno rispetto delle norme anti assembramento per il Coronavirus.

Non parlano dei loro competitor, non ce n’è bisogno di dissacrare gli altri. Non hanno nemmeno il tempo di farlo perché lavorano tutti i giorni al fianco di quei colleghi a cui oggi chiedono il voto.

Ecco il loro programma completo ed ecco chi sono:

Infermieri in Ordine Bologna: “#cambiamorotta, siamo qui per vincere e ridare l’OPI ai colleghi che vivono la professione”.

1 COMMENT

Comments are closed.