Pubblicità

E’ caos sulla Mobilità Infermieri Puglia. FIALS bacchetta il direttore generale dell’Asl di Bari: “si proceda con le assunzioni”. Il Movimento spontaneo nato du Facebook ora fa paura.

La FIALS Puglia risponde all’appello del Movimento Mobilità Infermieri Puglia e chiede l’immediata assunzione degli Infermieri in graduatoria. Lo fa con una missiva a firma del segretario Massimo Mincuzzi. No a tentativi di allungare i termini o di sistemare gli amici degli amici mediante l’interpello pubblicato oggi sul sito dell’azienda e che ha fatto stranamente seguito immediato ad una nota della triplice sindacale.

Questo in sostanza quello che chiede Mincuzzi nella sua missiva indirizzata al massimo rappresentante dell’Azienda Sanitaria Locale di Bari.

Appello inviato a Pier Luigi Lopalco e Vito Montanaro, rispettivamente Assessore alla Salute e Direttore del Dipartimento Salute, i due massimi esponenti della macchina pubblica da guerra contro il Coronavirus.

In un periodo di emergenza come questo, dove i casi di Covid-19 si moltiplicano in maniera esponenziale, non è più possibile attendere ulteriori tempo. Servono Infermieri e la Puglia deve deciderli se assumerli o meno. C’è una graduatoria vigente da cui si può assumere immediatamente, ovvero quella della Mobilità per 566 unità appena espletata (intra ed extra-regionale).

Tutti questi ritardi e rinvii stanno esasperato gli Infermieri che vivono fuori sede e che vogliono tornare nella loro regione per stare vicini ai loro cari, ricongiungersi con le loro famiglie e dare man forte alla Pandemia.

Ecco la missiva della FIALS Puglia.

Nonostante la graduatoria relativa alla procedura aggregata regionale di mobilità di 566 CPS Infermieri sia stata approvata con la deliberazione del Direttore Generale della ASL BA n. 1283 del 01/10/2020, nel mentre in maniera del tutto ingiustificata non si procede ancora alla convocazione dei vincitori, con la finalità di far fronte alle carenze di personale infermieristico reclutando personale a tempo indeterminato, il Direttore Generale della ASL BA ha invece pubblicato in data odierna un “interpello interno di ricognizione per CPS Infermieri in servizio a tempo determinato presso ASL BA ed inseriti in graduatorie concorsuali di altre aziende del SSN” non si comprende con quali finalità.

Le segnalo che centinaia di vincitori della predetta graduatoria, che da anni lavorano fuori regione, esasperati dallo stallo delle procedure di reclutamento stanno sollecitando le OO.SS. ad intervenire, preannunziando sui social network la volontà di organizzarsi in vero e proprio movimento per ottenere il diritto alla mobilità.

Per quanto sopra esposto sono a chiedere che si proceda immediatamente e senza ulteriore indugio alla convocazione dei vincitori della procedura aggregata di mobilità per n. 566 posti di CPS Infermiere, unica procedura in grado di assicurare al SSR personale aggiuntivo a quello attualmente in servizio per fronteggiare la pandemia COVID-19.

In attesa di cortese e sollecito cenno di riscontro, l’occasione mi è gradita per inviare distinti saluti.

Massimo Mincuzzi, Segretario Generale

Leggi anche:

Mobilità Infermieri Puglia: non rispettato il cronoprogramma. Emiliano annunciò la delibera entro i primi 15 giorni di settembre.

2 COMMENTS

Comments are closed.