Pubblicità

Sondini, stomie, cerotti: i peluche aiutano i bimbi a superare la paura nel reparto di pediatria!

Peluche “medicati”. È successo a Glasgow: una ragazza 28enne scozzese Fiona Allan, ha avuto la brillante idea di immettere vari devices a orsacchiotti e peluche.

La giovane ha pensato di mettere gli stessi dispositivi ai loro “amici” inanimati: peluche di orsacchiotti, coniglietti e co., tutti medicati.

Flebo, cateteri, sondini, peg, stomie e cerotti: tutti gli animaletti di pezza sono stati “curati” e tutto questo pur di far sentire a proprio agio i più piccoli.

L’ispirazione? Le è venuta in quanto lei stessa a causa di una malattia genetica è portatrice di dispositivi medici.

La BBC ha riportato anche la testimonianza delle madri dei bambini che giocano con questi peluche. Secondo le testimonianze, esse vedono ogni giorno come i propri figli sono più complianti ai trattamenti medici, grazie ai loro nuovi amici.

Attualmente ne sono stati confezionati circa 20, ma non è che l’inizio!
La stessa Allen ha dichiarato che il proprio progetto è decollato grazie a una fotografia postata sul famoso social network Facebook,  dove veniva raffigurato il primo peluche con i tubicini.