Infermieri di Comunità: per Mangiacavalli (FnopiI) sono necessari

Infermieri di Comunità: per Mangiacavalli (FnopiI) sono necessari.
Infermieri di Comunità: per Mangiacavalli (FnopiI) sono necessari.

Una figura professionale indispensabile

Gli Infermieri di Comunità non sono solo utili, ma sono anche necessari. E’ quanto ha ribadito a più riprese Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche (Fnopi), nel corso del 51° Congresso Nazionale del Sindacato Unico Medicina Ambulatoriale Italiana e Professionalità dell’Area Sanitaria (Sumai), in fase di svolgimento a Saint Vincent (Valle D’Aosta), dove ha partecipato ad una tavola rotonda sullo “Specialista di Comunità”.

A renderlo noto l’agenzia di stampa Dire. Mangiacavalli ha affermato che “gli infermieri auspicano di poter presto realizzare insieme ai medici modelli innovativi che comprendono anche l’infermiere di comunità”. 

“L’assistenza territoriale, l’assistenza di prossimità, lo sviluppo di modelli organizzativi che vadano incontro ai bisogni dei nostri cittadini – ha aggiunto Mangiacavalli – richiedono una sinergia e una coesione di figure professionali, che sono soprattutto il medico e l’infermiere”.

“Il lavoro di territorio – ha concluso la presidente degli Infermieri Italiani – è un lavoro di equipe, ognuno può dare un contributo peculiare rispetto alla tipologia dei bisogni assistenziali e allora c’è un momento di inquadramento clinico diagnostico del cittadino da parte del medico di famiglia o dello specialista ambulatoriale, ma c’è anche un momento di organizzazione e di creazione della rete di continuità delle cure e dell’assistenza. E qui noi ci candidiamo ad essere partner con i medici territoriali, perché la formazione degli infermieri ci aiuta a svolgere il ruolo di collante tra i diversi professionisti”.

Ecco l’intervista video alla presidente Fnopi: LINK.

Potrebbe interessarti...