histats.com

Comitato Nazionale OSS al lavoro per i riconoscimenti ministeriali

Comitato Nazionale OSS al lavoro per i riconoscimenti ministeriali
Comitato Nazionale OSS al lavoro per i riconoscimenti ministeriali.

Gli Operatori Socio Sanitari e Assistenziali in fermento

Il Comitato Nazionale Operatori Socio Sanitari ed Assistenziali “Io sono Oss” è al lavoro da mesi per chiedere i riconoscimenti contemplati nella Legge n. 3/2018 (ex-Decreto legge Lorenzin). Lo riferisce la stessa organizzazione in una nota diffusa alla stampa dall’associazione “Azione Oss” di Genova.

L’organizzazione si è prefissata degli obiettivi molto chiari, che cercherà di raggiungere d’intesa con i ministeri della Salute e dell’Istruzione, come noto presieduti rispettivamente da Giulia Grillo e da Marco Bussetti.

Ecco i punti principali delle numerose richieste sollevate dal Comitato, così come illustratici dal coordinatore nazionale Luca Gusperti:

  1. incontro con il ministero della Salute, appena possibile, per la ricostituzione del tavolo ministeriale sugli Operatori Socio Sanitari;
  2. costituzione del registro nazionale degli OSS, onde evitare situazioni spiacevoli e tutelare gli operatori onesti e il cittadino;
  3. riqualifica di tutte le altre figure afferenti all’area socio-sanitaria (Asa, Osa, Ota, Adesso, ecc.);
  4. assistenti famigliari (badanti) dovranno seguire i corsi per OSS per poter svolgere le loro funzione;
  5. formazione unica a livello nazionale;
  6. contratto unico nazionale degli operatori socio sanitari ed assistenziali;
  7. obbligo Educazione continua in medicina (ECM).

Gli OSS, in altre parole, cercano riconoscimenti e tutele nell’interesse della categoria, ma anche del Cittadino, che ha il diritto ad essere assistito da personale qualificato nell’ambito delle attività domestico-alberghiere.

 

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394