histats.com
lunedì, Febbraio 6, 2023
HomeProfessioni SanitarieFisioterapistiFisioterapista: ecco la sentenza che sta bloccando le assunzioni in Puglia. Infermieri,...

Fisioterapista: ecco la sentenza che sta bloccando le assunzioni in Puglia. Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie al palo.

Pubblicità

Ci scrive M.B. (Fisioterapista): ecco la sentenza che sta bloccando le assunzioni in Puglia. Non riguarda il settore sanitario: Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie al palo. Ma la stessa è dubbia: nel caso di un Concorso espletato hanno ragione gli stabilizzanti o gli idonei? In pratica la decisione dei giudici non ha cambiato nulla.

Salve Direttore,

scrivo in merito alla situazione sulla situazione assunzionale in Puglia e in merito all’ultimo articolo pubblicato sulla vostra testata, nel quale un infermiere idoneo al concorso pubblico regionale nomina la sentenza del Consiglio di Stato che di fatto sta rallentando e bloccando gli scorrimenti di graduatorie ancora attive su tutto il territorio Pugliese.

Sentenza dietro la quale si nascondono politici e dirigenti che prima hanno promesso mari e monti e adesso fanno marcia indietro appellandosi alla famigerata decisione dei giudici. La sentenza che tutti nominano e che nessuno (o pochi) hanno letto è la n.1052 del 14/02/2022 del Consiglio di Stato e che allego in calce.

A grandi linee è un ricorso presentato da alcuni vigili urbani di Cassino che dopo 36 mesi di lavoro a tempo determinato sono stati lasciati a casa dal Comune, che anziché stabilizzarli ha indetto un concorso per assunzione a tempo indeterminato per le stesse figure professionali. A mio avviso giustamente il Consiglio di Stato ha dato ragione a questi lavoratori.

Io sono un fisioterapista idoneo al concorso di Bari del 2019. All’epoca in Asl Bari non esistevano colleghi assunti a tempo determinato che avessero maturato 36 mesi di servizio presso un’amministrazione pubblica, quindi la Legge imponeva (o almeno avrebbe dovuto imporre) che in presenza di graduatoria attiva l’assunzione a tempo determinato degli idonei e il non rinnovo del contratto ai precari. A Bari così non è stato fatto e hanno prorogato in barba alle norme giuridiche che il Presidente Emiliano ha sempre difeso, e per inciso ha sempre ripetuto in chat ciò che ho appena detto (screenshot ovviamente visionabili).

Di conseguenza i precari di cui sopra hanno raggiunto i requisiti per la stabilizzazione. E adesso ci viene sbattuta in faccia questa sentenza: letta attentamente afferma che tra scorrimento e Legge Madia ha precedenza la Madia, ma la sentenza non menziona situazioni differenti nelle quali i requisiti siano stati ottenuti dopo che sia stato espletato un concorso e che la graduatoria sia stata pubblicata e approvata.

In questo caso chi ha priorità?

M.B.
Fisioterapista

Allegato: Sentenza n.1052 del 14.02.2022 del Consiglio di Stato

Leggi anche:

Concorso Infermieri Puglia. Michele Emiliano fa marcia indietro: non scorrerà graduatoria, prima le stabilizzazioni.

RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394