Pubblicità

Luigi Pucariello, Infermiere di 58 anni, non c’è più, ucciso dal Coronavirus. Aveva passato una vita a difendere gli assistiti nell’ambito dell’Emergenza-Urgenza. La provincia dauna in lutto.

Il Servizio 118 e l’intera provincia di Foggia sono a lutto per la dipartita terrena di Luigi Pucariello (detto Gino), Infermiere dell’Emergenza-Urgenza, strappato alla vita dal Coronavirus. I colleghi di lavoro ancora increduli. Era iscritto all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Foggia.

Proprio l’OPI dauno si stringe alla famiglia, ai colleghi e agli amici di Luigi per la prematura scomparsa di un collega che fin dall’inizio è stato impegnato in prima linea contro il Covid-19. Probabilmente si è contagiato durante il lavoro.

Il Covid-19 l’ha ucciso. A darne notizia i colleghi di Foggia Today.

“Era un collega meraviglioso che amava la vita, la buona compagnia, la musica, le emozioni – il commento di Jole per la morte di Luigi – sembra impossibile che te ne sia andato così, stento a crederci. Mi ricorderò sempre le nostre chiacchierate e risate, è strano sapere che non verrai mai più a salutarmi”.

La notizia della dipartita di ‘Gino’, 58enne infermiere del 118, ha fatto immediatamente il giro del web. Centinai i messaggi di cordoglio, post e foto ricordo dell’operatore sanitario in servizio a Lucera: “Non ce la facciamo più a vedere angeli che volano in cielo per questo brutto virus. E’ stato un onore aver lavorato e condiviso vari corsi con te” scrive Antonio.

Luigi è deceduto nel pomeriggio di ieri presso l’ospedale ‘Casa sollievo della sofferenza’, dove era stato trasferito dal policlinico Riuniti a a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni di salute. Risultato positivo al virus una ventina di giorni fa l’infermiere lavorava presso il 118 del Lastaria di Lucera.

“Il Covid ti ha portato via ma il ruggito resterà sempre. Collega, amico, buon viaggio” l’addio di Francesco.

E ancora, sottolinea Rosa, “il 118 ha perso un altro diamante dei suoi preziosi gioielli. Un grande professionista, uomo, padre e grande amico”

“Ripeto le stesse parole scritte anni fa, oggi però con le lacrime agli occhi: un’amicizia comincia dall’onesto inventario di tutto quello che divide e noi abbiamo diviso giorni e notti per aiutare chi ne aveva bisogno. Ciao Luigi, veglia su tutti noi. Il 118 di Orta Nova ti saluta”, il commovento addio di Antonio.

Achille lo ricorda così: “Una persona dall’animo buono e gentile che ha dedicato la sua vita a salvare gli altri”.

“Oggi piangiamo la scomparsa di Luigi Pucariello,istruttore di Blsd e infermiere professionista, tra i primi a lavorare presso la postazione 118 di Orta Nova” si legge sulla pagina Fb della Misericordia Orta Nova.

Leggi anche:

Coronavirus. Tutti gli Infermieri morti per Covid-19. Oltre 28.000 contagiati sul lavoro.