Pubblicità

OPI Lecce premia le migliori tesi in infermieristica: ecco i vincitori!

L’OPI di Lecce ha premiato, in questi giorni, le prime cinque migliori tesi dell’ottavo concorso provinciale denominato “Premiazione e divulgazione della cultura infermieristica”.

Il bando era riservato a tutti gli studenti neo-laureati (Infermieri e Infermieri Pediatrici) che hanno discusso la tesi nel periodo compreso fra ottobre 2018 e maggio 2019.

I cinque vincitori sono stati premiati nel corso della cerimonia di discussione delle tesi, sessione autunnale sede polo del Salento di Lecce, che si è tenuta il giorno 25 novembre presso l’aula magna dell’ospedale oncologico dal presidente Marcello Antonazzo, dal Coordinatore del Consiglio di Interclasse BR-LE-Tricase prof.ssa Anna Maria Sardanelli, dal prof. Nicola Brienza, dal coordinatore delle Attività Teorico Pratiche sede di Lecce dott. Cosimo Caldararo, dal Consigliere OPI Lorenzo De Benedittis e dal Membro dei Revisori dei Conti OPI di Lecce Emanuele Palma.

“Il concorso, giunto alla sua ottava edizione, ha voluto mettere a confronto i migliori progetti di tesi in campo infermieristico” spiega il presidente Antonazzo.

La Commissione ha premiato, tenendo conto dei seguenti aspetti:

  • pertinenza allo specifico professionale;
  • la validità scientifica;
  • qualità della revisione bibliografica;
  • la rigorosità del metodo applicato;
  • l’originalità;
  • qualità dell’analisi statistica;
  • la spendibilità nella prassi infermieristica o l’operatività di strumenti proposti.

Il primo premio è andato alla tesi realizzata dall’infermiera Cuna Marianna dal titolo: “Lo stroke emorragico: studio sul riconoscimento precoce e la gestione infermieristica dell’esa in primo soccorso”.

Al secondo gradino una tesi di Chiriatti Luisa dal titolo: “Ruolo dell’infermiere nella prevenzione cancro della cervice uterina attraverso la vaccinazione anti-hpv”.

Il terzo riconoscimento è andato a Venuti Roberta che ha presentato una tesi dal titolo: “Carcinoma della mammella: dalla mastectomia alla mastoplastica ricostruttiva ruolo dell’infermiere”.

Il quarto lavoro premiato è stato di Gigante Francesca con una tesi dal titolo: “Sostegno infermieristico e strategie di comunicazione teraupetica nel dolore totale del paziente oncologico in cure palliative: analisi della letteratura”.

Il quinto premio è stato attribuito a Brindisino Silvia con un lavoro di tesi dal titolo: “Intossicazione acuta da farmaci: ruolo dell’infermiere nella prevenzione, gestione e trattamento”.

Il significato di questi premi, rappresentano, in sintesi, la possibilità di incoraggiare i giovani talenti in campo infermieristico, per scommettere sulla forza della motivazione e delle competenze individuali e poter trasferire i risultati della ricerca nel campo clinico assistenziale.

Visto il successo del concorso in termini di partecipazione e di sperimentazione, l’OPI leccese ha inteso bandirlo e finanziarlo anche per il 2020.