Pubblicità

Gli Infermieri dell’Hospice sono infermieri professionalmente e umanamente molto preparati. La continua formazione è la loro arma di difesa contro il male della morte continua. Ma sono a rischio burnout.

Gli Infermieri dell’Hospice sono professionisti formati per fornire assistenza di fine vita ai Pazienti terminali e supporto emotivo ai loro parenti. Dal momento che ai pazienti vengono diagnosticate malattie letali, l’obiettivo dell’Infermiere non è quello di offrire una completa guarigione, bensì di assicurare che gli Assistiti muoiano pacificamente.

La maggior parte degli Infermieri degli hospice ritiene di essere “chiamati” a prendersi cura dei morenti. Chi lavora in questo ambito deve essere preparato a sottoporsi a continui aggiornamenti professionali e dovrebbe avere la stabilità emotiva per prendersi cura degli Assistiti terminali.

Se pensi di avere le carte in regola per essere un Infermiere adatto all’Hospice ecco una semplice guida che dovrebbe darti un’idea dei ruoli e delle responsabilità che ti aspettano.

Competenze.

Come professionista sanitario che si occupa di pazienti in condizioni critiche, gli infermieri dell’hospice sono tenuti a sviluppare capacità di osservazione acuta. Ciò consente loro di valutare accuratamente i pazienti e avvisare il medico o altri membri del team multidisciplinare su eventuali cambiamenti allarmanti.

Gli Infermieri dell’Hospice devono, inoltre, possedere eccellenti capacità comunicative per collaborare efficacemente con gli operatori sanitari, i pazienti e il medico ospitante.

Gli Infermieri dell’Hospice possono essere adibiti anche a funzioni da triage:

  • gestione dei sintomi;
  • gestione delle emergenze;
  • valutazione;
  • educazione sanitaria al telefono;
  • comunicazione chiara è vitale.

Prendersi cura dei pazienti che si trovano nelle ultime fasi della loro vita può essere emotivamente e fisicamente faticoso per gli Infermieri dell’Hospice. Per questo motivo, un vero professionista deve imparare a essere comprensivo e resiliente allo stesso tempo. L’Infermiere dell’Hospice dovrebbe sapere come sviluppare la stabilità emotiva per accettare la morte del proprio paziente, non importa quanto sia dolorosa.

Ruoli.

Gli Infermieri dell’Hospice lavorano in modo indipendente o in collaborazione con un team interdisciplinare. Si trovano comunemente in centri di cura, case private e altre strutture di assistenza ospedaliera. Può avere varie funzioni: ricoveri, triage, case-management.

Responsabilità.

Gli Infermieri dell’Hospice assicurano che anche con una malattia terminale, i pazienti abbiano ancora l’integrità e la sensazione di avere ancora il controllo. Il professionista lo rende possibile insegnando ai pazienti come controllare i sintomi attraverso le dosi corrette dei farmaci. Insegnano anche ai caregiver o ai loro cari cosa aspettarsi, come alleviare la sofferenza del paziente e come evitare di bruciarsi.

A causa della natura difficile del lavoro, la maggior parte degli Infermieri degli Hospice si incontra con il team multidisciplinare almeno ogni 15 giorni non solo per discutere su come rendere più efficace l’assistenza ai pazienti ma per fornire supporto emotivo reciproco. Il Burnout è dietro l’angolo…

1 COMMENT

Comments are closed.