Pubblicità

Emergenza Coronavirus. L’Azienda Servizi alla Persona del Forlivese ha messo tutti sotto controllo dopo il decesso per COVID-19 di una Paziente a Forlimpopoli, ospite della Casa Residenza per Anziani “Artusi”. Il sindaco richiama alla calma un po’ tutti.

“Proseguono i controlli previsti dal protocollo di sicurezza alla Casa di Riposo Artusi a Forlimpopoli – è il commento del sindaco di Forlimpopoli Milena Garavini -. Purtroppo i primi esiti hanno rilevato 9 ospiti positivi, al momento non ci sono casi tra i dipendenti. Siamo ovviamente preoccupati vista la fragilità dei soggetti, ma seguiamo con la massima scrupolosità e attenzione tutta la situazione assieme all’Asl e all’Azienda Servizi alla Persona del Forlivese“. E’ quanto riferisce il portale 4live.it.

“Si registra il primo decesso, di un paio di giorni fa – continua la sindaca – di una persona per cui si è verificata successivamente la positività al coronavirus, ospite anch’essa della casa di riposo, con problematiche di salute importanti. La situazione della casa di riposo è per noi la principale preoccupazione, ma non dimentichiamo il resto della cittadinanza, la prima domenica è trascorsa con tranquillità. Ringrazio ancora la protezione civile che ci sta aiutando a sensibilizzare al rispetto delle regole di comportamento e anche tutti i forlimpopolesi che dimostrano un grande senso di responsabilità. È un momento difficile, ma noi ci siamo”.

Si tratta del primo caso in una ASP del territorio romagnolo, ora preoccupate tutte le altre strutture. Il contagio probabilmente è giunto dall’esterno da qualche familiare dell’ospite.

Al momento non risultano Medici, Infermieri, OSS e altro personale contagiato, ma tutti sono sotto controllo e per chi ha avuto contatti diretti sarebbe stata disposta la quarantena. Anche perché i tempi di incubazione del Coronavirus possono andare dai 7 ai 21 giorni.