histats.com
lunedì, Giugno 21, 2021
Pubblicità
HomePazientiPatologieVaricocele: cos’è e come si tratta.

Varicocele: cos’è e come si tratta.

Il varicocele è un problema serio che colpisce l’uomo. Si forma durante la pubertà e riguarda le vene interne dello scroto, sacca contenenti i testicoli.

Il Varicocele si verifica quando le vene si ingrandiscono all’interno dello scroto (la sacca di pelle che contiene i testicoli). Queste vene sono chiamate plesso pampiniforme. Su cento maschi, da dieci a quindici hanno il varicocele. È come avere una vena varicosa nella gamba.

I varicoceli si formano durante la pubertà. Possono diventare più grandi e potresti notarli in tarda età. I varicoceli sono più comuni sul lato sinistro dello scroto. Questo perché l’anatomia maschile non è la stessa su entrambi i lati. Il varicocele può esistere contemporaneamente su entrambi i lati, ma è raro.

Il più delle volte, i varicoceli non causano problemi e sono innocui.

Meno spesso il varicocele può causare:

  • dolore;
  • problemi a concepire;
  • decifit della crescita testicolare.

Sintomi.

La maggior parte dei maschi con Varicocele non ha sintomi, ma esso diventa motivo di preoccupazione per molte ragioni. Alcuni varicoceli, ad esempio, possono causare infertilità o una lenta crescita del testicolo sinistro (destro o di entrambi) durante la pubertà.

Il varicocele può essere la causa di problemi di fertilità in circa quattro uomini su dieci che hanno problemi a concepire il loro primo figlio. Spesso anche dopo il primo figlio.

Cause.

Sono state ipotizzate varie cause di varicocele. Le valvole nelle vene potrebbero non funzionare bene (o potrebbero mancare). Se il flusso sanguigno è lento, il sangue potrebbe accumularsi nelle vene. Inoltre, le vene più grandi che si spostano dai testicoli verso il cuore sono collegate in modo diverso sul lato sinistro e destro. Quindi è necessaria più pressione sul lato sinistro per mantenere il sangue che scorre nelle vene verso il cuore. Se il sangue scorre all’indietro o si accumula nelle vene, ciò può farle gonfiare. Raramente i linfonodi ingrossati o altre masse dietro la pancia bloccano il flusso sanguigno. Questo può portare a un improvviso gonfiore delle vene scrotali (provocando quasi sempre dolore).

I varicoceli sono comuni?

Circa 15 uomini su 100 hanno il varicocele. È difficile prevedere quale di questi 15 avrà problemi di fertilità causati dal loro varicocele.

Ma circa 4 uomini su 10 testati per problemi di fertilità hanno un varicocele e una diminuzione del movimento degli spermatozoi.

Non c’è collegamento con altri difetti, razza, luogo di nascita o gruppo etnico.

Sebbene il varicocele si trovi spesso negli uomini testati per l’infertilità, 8 uomini su 10 che hanno un varicocele non hanno alcun problema di concepimento.

Diagnosi.

I varicoceli si diagnosticano mediante l’autoesame dello scroto o durante un esame medico di routine. Vengono descritti come un “sacco di vermi” al tatto e alla visione oculare.

Gli urologi spesso controllano la presenza di varicocele con il paziente in piedi. È possibile che ti venga chiesto di fare un respiro profondo, trattenerlo e abbassarti mentre il tuo urologo sente lo scroto sopra il testicolo. Questa tecnica è nota come “manovra di Valsalva“. Permette al Medico di trovare eventuali vene ingrossate.

L’Urologo può prescrivere anche un test ecografico scrotale. Gli ultrasuoni utilizzano le onde sonore per creare un’immagine di ciò che è all’interno del tuo corpo. I varicoceli appaiano agli ultrasuoni come vene più larghe di 3 millimetri, con sangue che scorre in modo sbagliato durante la manovra di Valsalva.

L’ecografia può anche mostrare la dimensione dei testicoli. Questi sono utili per decidere come trattare gli adolescenti.

Non è necessaria un’ecografia se non si avvertono problemi durante l’esame fisico.

Trattamento.

Spesso i varicoceli non vengono trattati.

Il trattamento è proposto ai maschi che hanno:

  • problemi di fertilità;
  • dolore;
  • riduzione della crescita del testicolo sinistro;
  • analisi anormale dello sperma.

Non esistono farmaci per curare o prevenire il varicocele. Ma gli antidolorifici (come il paracetamolo o l’ibuprofene) possono aiutare con il dolore.

Quando necessario, la chirurgia è la principale forma di trattamento.

L’embolizzazione (che blocca brevemente le vene) è un’opzione di trattamento non chirurgico.

Dopo il trattamento.

La guarigione dopo l’intervento chirurgico è rapida e il dolore è spesso lieve. Basta evitare di fare esercizio per 10-14 giorni.

Si torna al lavoro dopo una settimana dall’intervento chirurgico o l’embolizzazione, ma occorrerà sempre seguire le indicazioni del Medico di fiducia o dell’Urologo.

Leggi anche:

Varicocele: cause, sintomi, complicanze e trattamento.

Pene: anatomia dell’organo riproduttivo e sessuale maschile.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394