Infermieri, sicurezza e futuro: incontro a San Giovanni Rotondo

Infermieri, sicurezza e futuro: incontro a San Giovanni Rotondo.
Infermieri, sicurezza e futuro: incontro a San Giovanni Rotondo.

L’appuntamento presso l’ospedale di Padre Pio

Dal 25 al 27 ottobre si è tenuto a San Giovanni Rotondo presso l’auditorium Giovanni Paolo II il XXIV congresso nazionale ESRA ITALIAN CHAPTER dal titolo “Sicurezza e futuro”; presieduto dalla dott.ssa Grazia De Angelis e moderata dal dott. A. Campanozzi, professore e presidente Corso di Laurea in Infermieristica presso l’Università degli Studi di Foggia, e la dott.ssa M. S. Cicilano, Direttrice Servizio Assistenza Diretta presso l’I.R.C.C.S. “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo (Puglia) e docente universitaria del corso di laurea in infermieristica dell’Università degli Studi di Foggia. Gli Infermieri in prima linea per affrontare questo delicato argomento.

E’ intervenuta per il saluto, e in rappresentanza della FNOPI (Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche), la Dott.ssa Maria Cristina Magnocavallo, componente del direttivo centrale.

Durante le tre giornate è stata prevista una sessione infermieristica fortemente voluta dalla dott.ssa C. F. Parente, docente del corso di laurea in infermieristica dell’Università degli Studi di Foggiareferente del Gargano per ASSIINFERMIERI , dal titolo “Leadership nel percorso assistenziale: aspetti teorici e applicativi”.

Tra le varie relazioni, si annoverano quella della dott.ssa M.G. Pompa che ha trattato l’evoluzione della nostra professione, dagli albori alla signora della lampada, dalle normative che hanno segnato il passaggio dal diploma regionale prima al diploma universitario dopo, fino all’attuale corso di Laurea e Laurea Magistrale.

La dott.ssa C. F. Parente ha trattato un argomento di attualissima applicazione: l’Importanza della Comunicazione nel team multidisciplinare, quanto incida la mancata e/o errata comunicazione nei blocchi operatori, microcosmiorganizzativo-gestionali che rappresentano  uno dei contesti produttivi sanitari interessato da frequenti trasformazioni e dove la garanzia di sicurezza e qualità delle attività  rappresenta un  presupposto ineludibile.

Il Dott. G. Chiodo, Responsabile del Servizio Infermieristico Distrettuale di Cerignola, ha trattato  la Responsabilità Penale e Civile delle Professioni Sanitarie, mentre, la dott.ssa Terracciano, Dirigente Medico  e Responsabile del Servizio di Ecografia della S. C. di Gastroenterologia, ha esposto una relazione dal titolo: Nuove Frontiere per il Nursing: “Ecografia bad-side”,illustrando l’applicazione dell’Ecografia nel Nursing e affermando  che “il medico che è padrone dell’ecografo, ma l’ecografo è a diposizione di chiunque sappia interpretare le sue immagini”.

La dott.ssa G. Ciavarella, Coordinatrice del primo Servizio di Anestesia dell’I.R.C.C.S. “Casa Sollievo della Sofferenza”, ha discusso di assistenza infermieristica nelle ALR (anestesie loco-regionali) e ha illustrato il contributo e la preziosa collaborazione dell’Infermiere di Anestesia, il quale meriterebbe una rivalutazione dal punto di vista delle sue competenze sempre più avanzate.

Il dott. P. D’Errico, Coordinatore del blocco operatorio di Ortopedia dell’I.R.C.C.S. “Casa Sollievo della Sofferenza” ha trattato il tema della sicurezza in sala operatoria (check-list, corrette posture, ecc.) e ha messo in evidenza gli errori di un errato posizionamento del paziente sul tavolo operatorio  e le conseguenze che ne possono derivare.

A conclusione della sessione la dott.ssa B. Belloni, responsabile del Servizio Gestione dolore dell’Ospedale di Varese, ha relazionato sulla  Gestione Infermieristica del Dolore nel post-operatorio, discutendo su come deve essere considerato il dolore, questo sintomo soggettivo, e di quali presidi a disposizione.

L’evento verrà riorganizzato, su chiave internazionale, il prossimo gennaio 2019.

Potrebbe interessarti...