Contratto Sanità: Aran riapre trattative, Nursing Up e Nursind firmeranno?

Contratto Sanità: Aran riapre trattative, Nursing Up e Nursind firmeranno?
Contratto Sanità: Aran riapre trattative, Nursing Up e Nursind firmeranno?

E’ una delle notizie che farà discutere gli Infermieri e i professionisti rientranti nel Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Comparto Sanità: l’ARAN, l’agenzia governativa preposta all’uopo, è pronta a riaprire le trattative per firmare il suddetto CCNL. Cosa faranno i sindacati Nursind e Nursing Up che nelle scorse settimane non hanno siglato l’accordo?

La notizia è di natura ufficiosa, ma proviene direttamente dagli uffici dell’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni. A quanto si è appreso ci sarebbero pressioni politiche da parte del Governo 5 Stelle – Lega per riaprire la negoziazione e permettere ai due sindacati infermieristici di aderire al CCNL, non firmato in prima istanza.

Nursind e Nursing Up sono cresciuti notevolmente alle ultime elezioni per le Rappresentanze Sindacali Unitarie (RSU), ma di fatto hanno perso terreno nell’ambito delle aziende a livello territoriale, in quanto non hanno potuto e non possono negoziare per l’attuazione del Contratto del Comparto Sanità che interessa migliaia di Infermieri, Infermieri Pediatrici, Operatori Socio Sanitari e Professionisti della Salute del Sistema sanitario pubblico italiano.

Come andrà a finire? Vedremo, nei giorni scorsi intanto Nursing Up aveva presentato reclamo al Comitato Europeo dei Diritti Sociali del Consiglio d’Europa contro l’esclusione dalle trattative integrative. A livello locale, soprattutto in Emilia Romagna, si registrano nel frattempo passaggi di tesserati da un gruppo sindacale all’altro. I maggiori incrementi si stanno ottenendo nella Fials bolognese ed imolese.

Se l’ARAN riaprirà le trattative o meno si vedrà, intanto resteremo a guardare cosa decideranno di fare Nursing Up e Nursind nell’eventualità di una riproposizione dei termini di adesione al CCNL 2018, un contratto che non ha scontentato solo le sigle sindacali infermieristiche, quanto le professioni sanitarie, tecniche e socio-sanitarie nella loro totalità.

Per concludere, va ricordato che hanno firmato il rinnovo contrattuale Cgil, Cisl, Uil, Fials e Fsi.

Potrebbe interessarti...