Pubblicità

Carmelo, OSS: a 66 anni mi spostano in terapia intensiva. Non so se ridere o protestare.

Riceviamo la lettera di Carmelo, Operatore Socio Sanitario che a 66 anni è stato spostato dal reparto dove lavorava alla terapia intensiva.

“Distinto giornale AssoCareNews.it,

vi scrivo per denunciare una grave ingiustizia nei miei confronti. Martedì 1 settembre mi hanno comunicato infatti che dal 14 prossimo venturo devo prendere servizio presso la terapia intensiva del medesimo mio ospedale.

Ho 66 anni e a febbraio andrò in pensione. Dopo trent’anni di ospedale trovo un’offesa ingiustificata decidere un cambio così punitivo e penalizzante nei miei confronti.

Lavoro al centro prelievi, meta meritata dopo anni tra Chirurgia generale e vascolare, Medicina, Gastroenterologia e un breve periodo al pronto soccorso.

Devo ridere o protestare?

Adesso non riesco più nemmeno a fare le notti per non parlare della stanchezza fisica.

Mi sono rivolto ai sindacati, mi faranno sapere.

Grazie della pubblicazione che spero mi aiuti.

Carmelo Ingrassia“.