histats.com
domenica, Aprile 14, 2024
HomeIn evidenzaAssoluzione per due Oss accusate di lesioni: la verità emerge in tribunale.

Assoluzione per due Oss accusate di lesioni: la verità emerge in tribunale.

Pubblicità

Assolte due Operatrici Socio Sanitarie, vennero accusate di lesioni contro anziana: la verità emerge in tribunale.

Nel cuore della vicenda giudiziaria che ha coinvolto due operatrici sanitarie accusate di aver ferito un’anziana a Cingoli, è emersa la verità che ha portato alla loro assoluzione in tribunale. L’accusa di lesioni non è stata attribuita a loro, dimostrando così la loro innocenza.

L’episodio risale a maggio del 2018, quando una donna anziana, non più in grado di muoversi autonomamente, fu ricoverata in ospedale a causa di una ferita sotto all’ascella sinistra. La lesione, che comportò una prognosi di 20 giorni, destò sospetti sulle modalità di movimentazione della paziente da parte del personale sanitario.

Secondo l’accusa, le operazioni di mobilitazione della paziente, condotte senza l’utilizzo di un sollevatore adeguato, sarebbero state la causa della ferita. Tuttavia, durante il processo, le due operatrici socio sanitarie, Serena Tantucci di Filottrano e Gina Onea di Cingoli, hanno respinto categoricamente le accuse, dichiarando di aver adottato tutte le precauzioni necessarie e di non aver mai notato alcuna ferita sulla paziente.

Le testimonianze non hanno permesso di stabilire con certezza cosa abbia causato la lesione, ma hanno confermato il rispetto dei protocolli da parte delle due Oss. Alla luce di ciò, il pubblico ministero Stefano Lanari ha chiesto l’assoluzione per l’insufficienza delle prove.

L’avvocato della difesa, Sandro Giustozzi, ha sostenuto con forza l’innocenza delle due donne, evidenziando che l’anziana era assistita anche da una badante e che le Oss avevano sempre seguito le procedure corrette.

Il giudice Francesca Preziosi ha accolto le argomentazioni della difesa e ha emesso un’assoluzione piena per le due operatrici sanitarie, “per non aver commesso il fatto”.

Questa vicenda dimostra l’importanza della ricerca della verità e del rispetto delle procedure nel settore sanitario, e sottolinea l’importanza di un sistema giudiziario equo e imparziale.

_________________________

Per il lettore:

  • Vi suggeriamo di seguire anche QuotidianoSanitario.it, il primo quotidiano sanitario interamente gestito dall’Intelligenza Artificiale: LINK
  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394