histats.com
mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeInfermieriFnopi - Ordine InfermieriVolpe (OPI Taranto): "il prossimo Parlamento e il prossimo Governo pensino di...

Volpe (OPI Taranto): “il prossimo Parlamento e il prossimo Governo pensino di più alle problematiche degli Infermieri”.

Pubblicità

Piepaolo Volpe (presidemte OPI Taranto): “il prossimo Parlamento e il prossimo Governo pensino di più alle problematiche degli Infermieri: stipendi maggiorati, riforma universitaria e riconoscimento nuove competenze”.

Con una lettera aperta indirizzata a tutti i Partiti politici della Provincia jonica e ai Candidati al Parlamento della Repubblica italiana, il Presidente dell’Ordine delle Professioni infermieristiche, Dott. Pierpaolo Volpe, chiede un impegno formale e concreto per la tutela del SSN e delle Professioni sanitarie.

Il Presidente PaVolpe ha precisato che l’Ordine delle Professioni Infermieristiche (OPI), nato con la Legge n. 3 dell’11 gennaio 2018, è l’Ente sussidiario dello Stato di rappresentanza della professione infermieristica, che rappresenta complessivamente circa 3.800 professionisti nella sola Provincia di Taranto.

La Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI), raccogliendo al suo interno tutti gli Ordini provinciali italiani (totale 102), rappresenta, invece, complessivamente circa 460 mila professionisti.

Per il Presidente Volpe, la Pandemia da SARS-CoV-2 purtroppo in fase di recrudescenza negli ultimi mesi, ha messo in evidenza il fallimento della Politica sanitaria degli ultimi 30-40 anni a cui bisogna immediatamente far fronte con interventi strutturali importanti.
Il maggior tributo nella fase emergenziale lo hanno pagato gli Infermieri italiani, i veri protagonisti in trincea della lotta al COVID-19.

L’impegno che la Professione infermieristica chiede che venga assunto dai Partiti politici e dai loro Candidati al Parlamento deve essere rivolto ad un allineamento della base contrattuale a quello dei Colleghi europei, al riconoscimento delle competenze avanzate e all’evoluzione del percorso universitario.

La grave carenza di Infermieri in tutta Italia, vissuta maggiormente all’interno delle Strutture residenziali può essere tamponata, ma ovviamente non risolta, eliminando il vincolo di esclusività previsto dall’art. 53 del D.gs. 165/2001.

Solo in questo modo si potrà tamponare l’emorragia di Infermieri dalle RSA.
Per far questo è necessario però un intervento del legislatore nazionale.

Il Presidente Pierpaolo Volpe sottolinea che è opportuno che si intervenga con una modifica dei modelli organizzativi valorizzando così le competenze avanzate degli Infermieri acquisite con percorsi universitari post base.

Di seguito le proposte della Federazione nazionale sulle competenze specialistiche portate all’attenzione dei politici:

1. Inserimento all’interno dei L.E.A. della branca specialistica assistenziale per uniformare la codifica delle prestazioni sanitarie a livello Regionale e Ministeriale.

2. Oggi tutte le prestazioni assistenziali specialistiche pur essendo declinate nel nomenclatore nazionale non riconoscono le competenze specialistiche e non vengono attribuite agli infermieri (es. Wound Care, Management accessi vascolari, Stomaterapia, interventi di educazione sanitaria e aderenza terapeutica etc.).

3. Autorizzare la possibilità di prescrivere alcune categorie di farmaci e ausili/presidi, come strumento per l’applicazione delle competenze specialistiche, che rientrano nella sfera di conoscenza e competenza infermieristica come già accade in diversi Paesi europei e che rendono l’Italia un paese inadempiente rispetto alla libera circolazione dei professionisti in Europa come definito dalla direttiva 2013/55/UE.

4. Riconoscimento della figura dell’Infermiere di Famiglia e di Comunità quale professionista responsabile dei processi infermieristici in ambito famigliare e comunitario.

Su questi punti cardine in qualità di Presidente OPI Taranto, il Dott. Volpe ha chiesto l’assunzione di un impegno formale ai prossimi rappresentanti del Popolo italiano per garantire una migliore qualità delle cure e della presa in carico della persona assistita.

RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394