ginecologia,donna,
Pubblicità

Evoluzione della prevenzione secondaria della salute femminile: arriva il vaccino che protegge da 9 ceppi di HPV.

La vaccinazione dal Papilloma Virus è disponibile in italia per le giovani donne e giovani uomini. La vaccinazione è gratuita e offerta fino ai 18 anni. Le infezioni da HPV possono causare condilomi e anche tumori.

Le infezioni da Papilloma Virus sono le più comuni tra quelle per via sessuale. Il Virus HPV è comune in uomini e donne attivi sessualmente. Esistono di tale virus diverse tipologie, ma alcune sono più pericolose di altre perchè possono causare tumori e condilomi.

Attualmente in Italia è in vigore un piano vaccinale che permette di vaccinarsi per vari ceppi del Papilloma Virus, per l’esattezza quelli che agiscono su 16 e 18 (detti bivalenti), quelli che oltre ai due citati coprono anche da altre tipologie ovvero 6 e 11 (detti quadrivalente). Da poco è uscito un vaccino in grado di proteggere contro nove ceppi diversi, esclusi quelli sopracitati sono: 31, 33, 45, 52, 58.

La ricerca si è orientata verso i ceppi maggiormente trasmissibili e dal più alto grado di patogenità. La vaccinazione può essere eseguita sopra i 9 anni di età. Nella regione Emilia-Romagna è gratuita la vaccinazione alle giovani donne durante il 12° anno di età. Mentre dopo i 18 anni sarà richiesto un ticket parziale per ricevere la somministrazione. La somministrazione potrà essere eseguita su maschi e su femmine indistintamente. Inoltre è gratuita per tutte le persone affette da HIV, soggetti dai comportamenti sessuali molto attivi (come le meretrici), nonchè a tutti gli omosessuali.

La vaccinazione consiste in un’iniezione intramuscolo praticata in regione deltoidea. Esistono reazioni avverse come in tutti i vaccini. La vaccinazione in ogni caso non sostituisce l’attuale sistema vigente in italia di screening ovvero il Pap Test.