Violenza contro Infermieri e Medici durante il servizio: ora si può rischiare fino a 16 anni di carcere.

Stop Violence: Infermieri si riuniscono a Genova per dire stop alla violenza. 7 crediti ECM gratis.

E ciò grazie ad un emendamento presentato dalla Lega al Senato in Commissione Sanità. Il Codice Penale potrebbe essere modificato a favore dei Professionisti della Salute aggrediti.

Per dire basta alle aggressioni nei confronti dei Professionisti della Salute ora la Lega presenza emendamento in Senato presso la Commissione Sanità. Ad idearlo il leghista Gianfranco Rufa. L’idea è quella di modificare l’articolo 583-quater del Codice Penale italiano.

L’emendamento, a quanto si è appreso, interviene direttamente sul Codice Penale stabilendo in sostanza che le pene previste attualmente per casi di violenza contro i pubblici ufficiali in servizio durante le manifestazioni sportive siano applicate anche in caso di violenza contro Medici, Infermieri, Professionisti Sanitari e Tecnici.

Si parla di pene che vanno dai 4 ai 16 anni di reclusione. Ciò in base alla gravità dell’aggressione e ai danni provocati.

Ecco l’emendamento.

Legislatura 18a – 12a Commissione permanente – Resoconto sommario n. 86 del 25/06/2019

1.200

Il Relatore

EMENDAMENTI AL DISEGNO DI LEGGE N. 867

Art. 1

Al comma 1, secondo periodo, dopo le parole: “dei Ministeri dell’interno”, sono inserite le seguenti: “, della difesa, “.

1.0.100

Il Relatore

Dopo l’articolo è inserito il seguente:

“Art. 1-bis
(Modifica all’articolo 583-quater del codice penale)

1. All’articolo 583-quater del codice penale aggiungere il seguente comma:

La stessa pena si applica in caso di lesioni personali cagionate a personale esercente la professione sanitaria o a incaricati di pubblico servizio, nell’atto o a causa dell’adempimento delle funzioni o del servizio presso strutture sanitarie pubbliche o private accreditate.

Potrebbe interessarti...