histats.com
domenica, Febbraio 25, 2024
HomeSindacato e PoliticaDiritti e contrattiSciopero NURSIND: “Professionisti non schiavi! Una vergogna l'aumento di 26 centesimi lordi”.

Sciopero NURSIND: “Professionisti non schiavi! Una vergogna l’aumento di 26 centesimi lordi”.

Pubblicità

La deputata pentastellata Stefania Mammì, impegnata in questi giorni a Montecitorio per l’elezione del presidente della Repubblica, si schiera con la rivolta degli infermieri che oggi scendono a protestare nelle piazze italiane.

“Legittime le rivendicazioni poste dalle rappresentanze sindacali della categoria, alle quali va il mio pieno sostegno, come ho già cercato di mostrare più volte nel corso del mio mandato”.

Un giorno questi professionisti chiederanno il conto per aver mancato di preservare e tutelare il loro prezioso lavoro.

A partire dal riconoscimento dei livelli retributivi in linea con quelli degli altri paesi europei, perché il salario dei nostri infermieri è il più basso d’Europa e trovo oltraggioso i 26 centesimi lordi di aumento di indennità per ogni ora di lavoro notturno.

Bisogna trovare soluzioni per contrastare l’annosa carenza di personale ma soprattutto, in questo momento, ritengo che il percorso di valorizzazione degli infermieri debba iniziare dall’erogazione delle indennità di specificità, già previste nella Legge di Bilancio 2021, ma non ancora liquidate perché vincolate alla conclusione della contrattazione collettiva del comparto sanità pubblica, i cui tempi per la definizione sono più lunghi rispetto alla scadenza del 2021, anche per via della complessa tornata contrattuale, dettata dalla revisione dell’inquadramento del personale.

Il mio impegno non è solo nelle parole: nell’ultima Legge di bilancio, come di recente nel Decreto Milleproroghe e nel Decreto Obbligo vaccinale, sono intervenuta presentando degli emendamenti in cui ho chiesto una più rapida distribuzione delle indennità specifiche, svincolandole dalla firma del contratto di settore.

Oltre a questo insisterò nel condividere e appoggiare il riconoscimento di maggiori tutele contro le violenze negli ospedali, il superamento del vincolo di esclusività, consentendo agli infermieri l’esercizio della libera professione al di fuori dell’orario di servizio, così come l’autorizzazione al rilascio di green pass da parte degli infermieri liberi professionisti.

È giunto il momento di dare concrete risposte a tutti gli Infermieri italiani che, nonostante le condizioni particolarmente usuranti imposte dall’emergenza sanitaria, con totale spirito di abnegazione continuano a prodigarsi per tutelare la salute dei cittadini ed io come rappresentante delle Istituzioni, oltre che da Infermiera, ho il dovere di battermi per i loro diritti”, conclude la deputata Mammì.

RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394