histats.com
lunedì, Settembre 27, 2021
Pubblicità
HomeInfermieriSindacato e Politica«La legge Basaglia ha condannato alla morte sociale tutti i malati psichiatrici».

«La legge Basaglia ha condannato alla morte sociale tutti i malati psichiatrici».

Ispirandosi alle idee dello psichiatra statunitense Thomas Szasz, Basaglia s’impegnò nel compito di riformare l’organizzazione dell’assistenza psichiatrica ospedaliera e territoriale, proponendo un superamento della logica manicomiale.

Come disse lo stesso Franco Basaglia intervistato da Maurizio Costanzo: «Non è importante tanto il fatto che in futuro ci siano o meno manicomi e cliniche chiuse, è importante che noi adesso abbiamo provato che si può fare diversamente, ora sappiamo che c’è un altro modo di affrontare la questione; anche senza la costrizione.»

La Legge 180 è la prima e unica legge quadro che impose la chiusura dei manicomi e regolamentò il trattamento sanitario obbligatorio, istituendo i servizi di igiene mentale pubblici. Ciò ha fatto dell’Italia il primo paese al mondo (e al 2019, finora l’unico) ad abolire gli ospedali psichiatrici. Qui severamente interviene il leader della Federazione nazionale Lavoratori che ricopre ad interim anche la funzione di responsabile diritti degli ammalati e sottolinea che tutti i DSM (Distretti di Salute Mentale) hanno fallito nel loro compito essendo, paradossalmente, più dannosi della stessa malattia mentale.

Prima della riforma dell’organizzazione dei servizi psichiatrici legata alla legge n. 180/1978, i manicomi erano spesso significativamente connotati anche come luoghi di contenimento sociale, e dove l’intervento terapeutico e riabilitativo scontava frequentemente le limitazioni di un’impostazione clinica che si apriva poco ai contributi della psichiatria sociale, delle forme di supporto territoriale, delle potenzialità delle strutture intermedie, e della diffusione della psicoterapia nei servizi pubblici.

La legge voleva anche essere un modo per modernizzare l’impostazione clinica dell’assistenza psichiatrica, instaurando rapporti umani rinnovati con il personale e la società, riconoscendo appieno i diritti e la necessità di una vita di qualità dei pazienti, seguiti e curati anche da strutture territoriali. Ed ecco venir rafforzare l idea di Alviti di ricostituire centri di accoglienza socialterapeutica per i malati Psichiatrici da abbinare cure con socializzazione di gruppo atte a farli sentirli vivi e non vegetali.

I manicomi o meglio ospedali psichiatrici dovevano essere a misura di uomo non chiusi. La miopia sociale è terapeutica Italiana ha ancora fallito. Oggi i tanti malati Psichiatrici sono Condannati all’isolamento totale senza nessuna umanizzazione, questo è il vero risultato della legge Basaglia che nessuno vuole ricordare ed io in onestà di cuore mi batterò per la tutela dei nostri fratelli più deboli ha concluso il noto sindacalista napoletano Giuseppe Alviti.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394