histats.com

Muore dissanguata dopo raschiamento uterino dopo aborto: Medici e Infermieri sotto accusa.

Muore dissanguata dopo raschiamento uterino dopo aborto: Medici e Infermieri sotto accusa.

L’emorragia massiva da raschiamento uterino è una delle complicanze più temute da Medici-Ginecologi e Infermieri. Se poi ad esso si aggiunge l’aborto e il decesso della Paziente il quadro si fa sempre più cupo.

Prima il dispiacere per l’aborto spontaneo del bimbo che portava in grembo, poi la tragedia. Una donna di 40 anni è morta dissanguata poiché, per l’accusa, i medici non le hanno subito asportato l’utero che le avevano per errore perforato durante il raschiamento di routine. Lo riferisce l’agenzia di stampa Ansa.it.

Le hanno fatto trasfusioni di sangue ma non l’immediata isterectomia, come previsto in tali casi e e che le avrebbe salvato la vita. Per questo 3 ginecologi (e si parla anche di Infermieri in turno) dell’Humanitas sono indagati a Milano. L’udienza preliminare si aprirà il 10 dicembre.

Redazione AssoCareNews.it

Redazione di AssoCareNews.it

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394