FIALS Rimini chiede regolamenti Mensa e part-time per tutti i dipendenti AUSL.
FIALS Rimini chiede regolamenti Mensa e part-time per tutti i dipendenti AUSL.
Pubblicità

Scelta opportuna del Manager Sanitario: ecco perché è importante da parte della Politica indicarne uno giusto per il lavoratore.

La lettera di un Coordinatore Infermieristico riminese accende la polemica sull’opportunità da parte della Politica di “scegliere” Manager Sanitari disponibili ad ascoltare e ad accogliere i propri dipendenti. È il caso dell’Ausl della Romagna, dove di recente Marcello Tonini ha lasciato il posto a Tiziano Carradori.

Assocarenews.it è riuscito ad intercettare la lettera di Nicola, coordinatore infermieristico presso l’ospedale “Infermi” Di Rimini. È un po’ polemica, ma vale la pena leggerla tutta.

Cari/e colleghi/e,

ho avuto modo di leggere attentamente i saluti del DG che ci lascia per andare in pensione….🤔
Come al solito gran parte delle sue affermazioni mi sono sembrate retoriche e con una vena paternalistica, la stessa utilizzata in tutti i suoi messaggi precedenti, però due cose mi hanno convinto più di altre:
1. Il ricordo a chi ci ha lasciato negli anni della sua gestione;
2. “Una carezza” *rivolta ai veri nemici*.
Questi due punti, letti alla fine del suo commiato, mi hanno spinto a contracambiare il saluto, scrivendo un messaggio di risposta indirizzato al DG con queste poche righe: *caro Direttore*, anch’io volgo un pensiero profondo a chi ci ha lasciato lungo il cammino, e come ha fatto Lei Le invio *UNA CAREZZA*, augurandole un buon e felice proseguio. Saluti. Nicola Lombardi.”

Questo messaggio è frutto del mio “rapporto” con Marcello… a dir poco “controverso”, perché, non ho mai avuto una posizione fideistica e, non l’ho fatto ieri e non lo farò nemmeno oggi e neppure domani, non faccio finta di niente, quando si impongono decisioni sbagliate, oppure continuare a dire “signor si”, ne tantomeno piegare la testa di fronte a chi, in tutti questi anni, ha diviso, frammentato, depauperato quello spirito propositivo, quella voglia di collaborare, di rendersi protagonisti di una progettazione, che, attraverso Antonella, con la gestione Carradori, avevamo costruito.

Abbiamo visto bravi professionisti medici messi in un angolo, esiliati, i più “fortunati” fra loro hanno trovato collocazione altrove, dove continuano a mostrare le loro capacità e alti livelli di professionalità.

Il DG ha, con gli anni, sferrato, ai Professionisti Sanitari, il colpo più duro, ha messo in opera la “santa inquisizione” e lui ha svolto il ruolo di “Savonarola”, ci ha trattato come “la Fanteria in prima linea sulle trincee del Carso”.

A Noi coordinatori ha tolto la nostra funzione, uno strumento di vitale importanza nella gestione aziendale. Siamo stati trasformati in passacarte con funzioni di “amministrativi”, nessun coinvolgimento, solo la presa d’atto di documenti, a volte, profondamente sbagliati, salvo poi scaricare su di noi le sue responsabilità, come, ad esempio, il controllo e il rispetto della sicurezza sui luoghi di lavoro, liberando lui, il DG, dagli obblighi di legge trasferite “tout cour” sugli altri.

Centinaia di istruzioni, protocolli, regolamenti creati ad arte per liberarsi dai lacci legali e dalle sue responsabilità, a volte inviate al mattino modificate il pomeriggio, cambiate il giorno dopo!

Mi viene in mente la frase di un famoso comico…. “Facile fare il ……….con il……..Degli altri”.
Ecco quello che ho vissuto con la gestione Tonini, umiliazione professionale, persecuzione personale e giudiziaria (sono uscito a testa alta), sconforto (lieve), mancava ” l’olio di ricino”, altrimenti avrei vissuto anche le punizioni corporali, mi sono ammalato per questo, ma non ho “MAI ABBASSATO LA TESTA”!

Spero di rivedere presto un gruppo di coordinatori, quelli di ieri, ma con i giovani di oggi, pronti a mettersi in gioco, fare proposte e creare innovazione.

Intitolavo un precedente messaggio con questa frase: “quanto mi manchi Antonella” rivolgendomi a Lei.., posso terminare con questo messaggio, fiducioso che oggi il suo spirito aleggi ancora fra noi, con un benvenuto che gli sarebbe stato gradito: *ben tornato Tiziano Carradori*, *grazie Antonella*.
Ricordiamo di tenere sempre la testa alta, non abbassiamo mai lo sguardo di fronte a nessuno!
Saluti a tutti voi.

Nicola, coordinatore infermieristico Rimini