histats.com
giovedì, Febbraio 29, 2024
HomeIn evidenzaL'Infermiere non esiste in Italia perché l'Infermiere continua a fare il barelliere,...

L’Infermiere non esiste in Italia perché l’Infermiere continua a fare il barelliere, il giro-letti e a cambiare i pannoloni.

Pubblicità

Ci scrive Adriano, Infermiere: “la nostra professione non esiste perché l’Infermiere continua a fare il barelliere, il giro-letti e a cambiare i pannoloni.

Egr. Direttore di AssoCareNews.it

Ancora oggi penso a cosa fare da grande, ho 32 anni, sicuramente non l’infermiere in queste condizioni. Siamo nel 2022, l’infermiere in Italia non conosce ancora il suo ruolo, e ciò che vedo nella realtà è ridicolo!

Ancora parliamo di giro-letti, barelliere, servizio alberghiero se compete all’infermiere o no, a spiegarcelo sono gli OSS e i medici, che ci insegnano quali sono le competenze che ci toccano, ovvero fare anche mansioni semplici come appunto barelliere (ordinario non urgente) e giro-letti, come non ci sia nulla di male se facciamo un lavoro variegato che comprende padelle, pappagalli e pannoloni.

Ma ancora peggio sono i colleghi infermieri che non conoscono il proprio lavoro, e ti accusano che non c’è nulla di male se l’infermiere fa regolarmente mansioni inferiori, bisogna collaborare.

Certo una collaborazione in sanità a favore degli oss, medici e direzione ma a sfavore degli infermiere e paziente.

Parlare del processo di nursing nella sanità italiana vuol dire farsi deridere, quanti infermieri che difendono la teoria del tuttofare in realtà mettono in atto il processo infermieristico? Quanti scrivono un piano di assistenza infermieristico con attribuzione dei compiti alle varie figure?

Penso quasi nessuno, oltre alle mansioni infermieristiche (prelievo, ecg, ect) la teoria della pianificazione non serve nel nostro Paese, anche per carenze di personale di supporto, non siamo messi in condizioni di fare il nostro, ma nella maggior parte dei casi è colpa dell’infermiere stesso, che non ha voglia di combattere per il personale ausiliario.

Leggo addirittura che nella sanità Italiana mancano infermieri, quanto molti studi sostengono che a mancare siano gli oss e gli infermieri sono in esubero, ma dato che devono sopperire alle carenze ausiliare, ecco che a mancare sono gli infermieri.

Ancora nel 2022 ai miei colleghi infermieri non è chiaro il ruolo, e si combatte pure contro gli infermieri scappati dalle corsie, che vogliono insegnarci la professione.

Ci sono leggi, normative che tutelano la nostra professione, dobbiamo denunciare le criticità non sopperire sempre noi a esse,

Siamo identificati come professione intellettuale, quindi pianifichiamo non cambiamo pannoloni, né facciamo giroletti quotidiani, perché se facciamo altre mansioni allora non potremo mai fare bene il nostro lavoro, poi chi sostiene la teoria del tuttofare, allora essendo un professionista autonomo può decidere di farselo, non pretendendo da altri colleghi che lo facciano tutti insieme.

Grazie.

Adriano Brenca, Infermiere

RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394