Infermieri contro la sofferenza: occorre dignità e umanizzazione delle cure.

Infermieri contro la sofferenza: occorre dignità e umanizzazione delle cure.

Sollievo dalla sofferenza: Opi Firenze Pistoia aderisce alla giornata nazionale. Il presidente Massai: «Bisognerebbe garantire dignità al malato e umanizzare il più possibile le cure».

Opi Firenze Pistoia aderisce alla Giornata nazionale del sollievo, prevista oggi, domenica 26 maggio. La ricorrenza celebra l’umanizzazione delle cure e assistenza sul territorio senza dolore. La Giornata per promuovere la cultura del sollievo dalla sofferenza in tutte le fasi della malattia è stata istituita nel 2001 con direttiva del presidente del Consiglio dei ministri su proposta di Umberto Veronesi, al quale la Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti suggerì l’idea.  

«Coma ha affermato il ministro della Salute Giulia Grillo molto è cambiato in questi anni, ma molto resta ancora da fare in questa direzione – afferma Danilo Massai, presidente dell’Ordine interprovinciale delle Professioni infermieristiche Firenze Pistoia -. Occorre maggiore consapevolezza da parte delle istituzioni sanitarie e di chi vigila sull’attuazione della legge, a vantaggio di quei pazienti che hanno diritto a non soffrire per la malattia. Si deve garantire dignità al malato, anche quando non può più guarire. Le modalità attraverso cui è possibile umanizzare le cure in medicina dovrebbero far parte della formazione di chi lavora per la salute dei pazienti».

La giornata nazionale del sollievo è promossa dalla Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti e patrocinata dal ministero della Salute, dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, dall’Associazione nazionale dei comuni italiani (Anci) e dalla Camera dei Deputati, si avvale del contributo di farmacie, strutture del Servizio sanitario nazionale, studenti e volontari.

Potrebbe interessarti...