stalking
Pubblicità

Infermiere umiliate a Savona per festini osé a Bergegi. La Discoteca “La Kava” ora chiede scusa e cancella evento.

Polemiche nel Savoese per l’evento di questa sera “pubblicizzato” da una avvenente finta Infermiera in abiti succinti, poi annullato dopo le rimostranze degli Ordini delle Professioni Infermieristiche della Liguria e in special modo dell’OPI di Savona. Giunte puntuali le scuse degli organizzatori, che ora promettono di contribuitre economicamente alla racconta fondi a favore dei colleghi vittime di Covid-19 e delle loro famiglie (organizzata dalla FNOPI).

Eravamo combattuti sul pubblicizzare o meno la locandina dell’evento “KavaLoca” organizzato dalla Discoteca “La Kava” per la serata di oggi. Poi ci abbiamo pensato e l’abbiamo inserita in questo servizio, anche per far capire di cosa si trattava.

La condanna unanime è giunta da ogni dove e tutti gli OPI liguri si sono e detti sconcertati per tanto pressappochismo.

Già la Professione Infermieristica è martoriata da stipendi da fame, da continui episodi di demansionamento e da mancati riconoscimenti professionali che si attendono invano da decenni, ora arriva questo pugno nello stomaco che avvilisce un po’ tutti e che non fa buona pubblicità alla stessa Kava (che ha rimostto il manifesto dalla sua Pagina Facebook e da Instagram).

Il Comunicato dei titolari della Kava indirizzato all’OPI di Savona.

Spett.le Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Savona,
con la presente la proprietà della discoteca “la Kava “ di Bergeggi si scusa per la indecorosa ed errata comunicazione che è stata pubblicizzata attraverso i social da un collaboratore esterno che, senza preventiva autorizzazione della proprietà, ha pubblicato il post con i contenuti e le immagini dalle quali la proprietà si dissocia in toto.

Ci scusiamo per non aver adeguatamente controllato e vigilato sul contenuto di quanto pubblicato, profondamente offensivo nei confronti della categoria professionale cui fa riferimento, che al contrario merita il nostro unanime plauso per il sacrificio affrontato nella emergenza COVID, e più in generale offensivo nei confronti di tutte le donne, ribadendo ancora una volta la nostra totale disapprovazione e smentita.

Abbiamo provveduto immediatamente alla rimozione dell’indegno post e ci scusiamo sinceramente per l’increscioso incidente.

A concreta conferma delle nostre scuse una parte dell’incasso della serata sarà devoluto a favore dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Savona.

Direzione “La Kava”